Calabria, salvi i cinque speleologi
boccati nella grotta dopo una piena

ARTICOLI CORRELATI
Si è appena concluso l'intervento di recupero del gruppo di 5 speleologi che era rimasto intrappolato nell'Abisso di Bifurto, una grotta nel cosentino, per un'improvvisa ondata di piena. Anche gli ultimi tre sono stati riportati in superficie. «Stanno tutti bene e non c'è stato bisogno di intervento medico», dice all'ANSA Giacomo Zanfei, presidente del Soccorso alpino e speleologico della Calabria.

Udine, salvo dopo 2 giorni lo speleologo triestino bloccato a 200 metri di profondità

Quattro speleologi sono bloccati in una grotta a causa di una piena improvvisa. Il Soccorso Alpino e Speleologico sta intervenendo in Calabria, nell'Abisso del Bifurto, dove una forte ondata improvvisa ha reso impossibile l'uscita dalla grotta per un gruppo di quattro speleologi italiani.
Domenica 2 Giugno 2019, 19:24 - Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 14:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP