Campionato Europeo, è un terremoto: ecco la «scossa» della vittoria degli azzurri

Campionato Europeo, è un terremoto: ecco la «scossa» della vittoria degli azzurri
di Mariagiovanna Capone
Lunedì 12 Luglio 2021, 20:10 - Ultimo agg. 13 Luglio, 13:58
3 Minuti di Lettura

Nella Sala Sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno sperato che quel «terremoto» arrivasse. È la scossa della gioia per la vittoria degli azzurri, la vibrazione antropica (cioè generata dall'uomo) più emozionante della storia del calcio da celebrare con un post sul sito ufficiale dell'ente di ricerca. Il picco più elevato è stato registrato in corrispondenza dei calci di rigore, in particolare tra quello segnato da Bonucci è stato di «magnitudo» (virtuale ovviamente) massima e quello finale parato da Donnarumma, che ha assegnato la vittoria all’Italia. 

Video

«Non è la prima volta che la rete nazionale sismica dell'Ingv registra fenomeni che non sono legati ad attività naturale, ma all'attività umana» scrivono i ricercatori. «Traffico urbano, aerei che rompono la barriera del suono, attività industriali e minerarie, concerti, manifestazioni sportive: piccole vibrazioni del suolo che la sensibilità delle stazioni sismiche sono in grado di registrare». E poi aggiungono: «Anche il nostro entusiamo durante i rigori della finale Euro2020 tra Italia e Inghilterra è stato registrato, anche se probabilmente in misura minore del passato per via delle precauzioni per il Covid. Qui il segnale della stazione sismica di Montecelio in provincia di Roma (Mtce) durante i rigori. Non è una grande città, ma in questo caso la registrazione è stata possibile perché la stazione è collocata all'interno dell'abitato e su uno strato di roccia che ha un ridotto livello di rumore sismico di fondo. Siamo Campioni d'Europa!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA