Valentino Rossi, tentato furto nell'azienda di famiglia: ladri messi in fuga nella notte

Domenica 20 Settembre 2020 di GIanluca Murgia
La sede operativa della Vr46

Tentativo di furto alla VR46, l’azienda di Valentino Rossi che si trova in via Pio La Torre, a Tavullia, a poche centinaia di metri dal confine con San Giovanni in Marignano. I ladri, da quanto trapelato, visto lo stretto riserbo sull’accaduto, sarebbero stati messi in fuga a mani vuote nel vicino terreno agricolo, dall’arrivo delle forze dell’ordine e dall’impianto di sorveglianza che protegge l’area come Fort Knox.

 
Perché della “Fort Knox” degli appassionati di motori e del Dottore, si tratta, visto il merchandising presente unitamente a moto e memorabilia varie di Rossi. Veri pezzi unici per i quali i collezionisti di tutto il mondo pagherebbero, appunto, oro.  La tentata effrazione si è sviluppata nella notte tra venerdì e sabato. Gli inquirenti, confermando l’accaduto, hanno comunque derubricato l’episodio non fornendo particolari. Insomma: tanto rumore, per nulla. Anche se un tentativo di furto da Rossi proprio nulla non è. Anzi, si tratta di un tentato colpo grosso. Cappellini, magliette e indumenti vari, customizzati VR46, potrebbero essere stati infatti messi nel mirino con l’idea di andare ad alimentare un mercato nero per appassionati. La concomitanza con l’appuntamento bis di Misano, valevole oggi per il Gp di Emilia Romagna, lascia sul campo più di una ipotesi plausibile. Il punto vendita allestito per l’occasione nella piazza centrale della vicina Cattolica ma anche l’affluenza allo store ufficiale di Tavullia, infatti, mettono in chiaro come tutto ciò che è griffato VR46 attiri ancora moltissimo. L’episodio non è sfuggito agli occhi di diversi residenti che hanno raccontato di essere stati attratti dal via-vai di auto delle forze dell’ordine. La Vr46 Racing Apparel, nata nel 2012, è la sesta società che fa capo a Valentino Rossi ed è ancora oggi un punto di riferimento nel settore dell’abbigliamento e merchandising racing. L’azienda - si legge sul sito ufficiale - è in grado di fornire un servizio a 360° che parte dal design, alla produzione fino alla commercializzazione attraverso un consolidato network distributivo.

Misano, Rossi vola con il nuovo casco al...viagra. «Mi sentivo subito bene»

Moto Gp, Rossi torna sull'incidente in Austria: «Errore non voluto di Zarco, ma bisogna riflettere»

La VR46 Racing gestisce anche in maniera diretta le vendite in tutte le tappe del campionato mondiale MotoGP. Attualmente, oltre produrre e distribuire la linea Valentino Rossi, collabora con numerosi piloti e case motociclistiche. Non solo: tra i clienti, in questi anni, anche Juventus e Lamborghini. I ricavi nel 2017, in epoca pre covid, per la VR46 Racing Apparel sono stati di quasi 21 milioni, l’80% proveniente dal merchandising di Rossi, mentre i costi sono stati di circa 15,9 milioni. In totale quindi c’è stato un attivo di 5,1 milioni.
 

Ultimo aggiornamento: 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA