Bussa alla porta di una 95enne: «Signora, mi sento male». Poi la violenta e la prende a botte

Lunedì 3 Agosto 2020
L'arresto dell'uomo
Orrore nella provincia di Taranto per una anziana malmenata e violentata da un giovane.

La polizia ha eseguito un'ordinanza di custodia per un 33enne di Grottaglie accusato di violenza sessuale e di violenza privata ai danni di una donna grottagliese.

L’anziana ha raccontato ai poliziotti che, intorno alle 5 del mattino, si era svegliata di soprassalto in quanto qualcuno stava bussando insistentemente alla porta. Pensando che fosse il figlio, appoggiandosi al deambulatore, si è alzata dal letto per andare ad aprire la porta. Con sua sorpresa, non si trattava del figlio ma di un giovane sconosciuto che, in jeans e maglietta bianca, simulando un malore, le ha chiesto un bicchiere d’acqua.

La signora subito si è prodigata per soccorrere il giovane, andando in cucina a prendere una bottiglia d’acqua. Al suo ritorno, il giovane ha rifiutato l’acqua e ha assunto un atteggiamento minaccioso, pretendendo di entrare in casa.

Alle resistenze dell’anziana donna, il malvivente l’ha spinta facendola cadere violentemente per terra e poi, dopo essersi denudato, l'ha violentata.

La donna, ha reagito all’aggressione iniziando ad urlare e, nonostante le percosse subite da parte del giovane che, in quel modo, tentava di zittirla, è riuscita a richiamare la vicina di casa, che udendo le urla disperate, si è precipitata in casa sorprendendo l’aggressore.

L'uomo si è rivestito e si è dato alla fuga ma l'indagine dei poliziotti del Commissariato di Grottaglie  ha permesso di identificarlo.  Ultimo aggiornamento: 16:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA