Covid, nel mondo oltre 180 milioni di contagi e 3,9 milioni di morti: Usa e India i Paesi più colpiti

Sabato 26 Giugno 2021
Covid, nel mondo oltre 180 milioni di contagi e 3,9 milioni di morti: Usa e India i Paesi più colpiti

Sono 180 milioni i contagi Covid e oltre 3,9 milioni i morti a livello globale da inizio pandemia. 350mila contagi e 7mila morti solo nelle ultime 24 ore. È quanto rileva l'osservatorio della Johns Hopkins University, riportando che nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 352.170 positivi e 7.287 decessi, il che porta le cifre complessive rispettivamente a 180.002.437 e 3.900.372 dall'inizio della pandemia. Gli Stati Uniti continuano ad essere il Paese più colpito in totale, con circa 33,6 milioni di casi e 603.000 decessi, seguiti dall'India, con oltre 30,1 milioni di positivi e 393.000 decessi, e dal Brasile, con oltre 18,2 milioni di contagi e 509.000 morti. Francia, Turchia e Russia hanno riportato tra i cinque e i sei milioni di contagi, mentre Regno Unito, Argentina, Italia e Colombia ne hanno confermati tra i quattro e i cinque milioni. Tra i tre ei quattro milioni ci sono Spagna, Germania e Iran. Dal canto loro, Polonia, Messico, Ucraina, Indonesia e Perù hanno registrato tra i due e i tre milioni di casi dall'inizio della pandemia, mentre Sudafrica, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Cile, Canada, Filippine, Iraq, Svezia, Belgio e Romania sono oltre un milione di positivi.

La variante Delta spaventa Israele, torna l'obbligo di mascherine al chiuso: «Consigliata all'aperto durante eventi pubblici»

Tra mezzo milione e un milione di casi sono Pakistan, Bangladesh, Portogallo, Israele, Ungheria, Giappone, Giordania, Malesia, Serbia, Svizzera, Austria, Nepal, Emirati Arabi Uniti (Eau), Libano e Marocco, mentre Arabia Saudita, Kazakistan, Ecuador, Bolivia, Bulgaria, Grecia, Paraguay e Bielorussia sono tra le 400.000 e le 500.000 infezioni. Allo stesso modo, Panama, Tunisia, Slovacchia, Uruguay, Georgia, Croazia, Costa Rica, Kuwait, Azerbaigian, Repubblica Dominicana e Territori palestinesi occupati hanno segnalato tra 300.000 e 400.000 casi. Danimarca, Guatemala, Egitto, Lituania, Etiopia, Irlanda, Venezuela, Bahrain, Slovenia, Honduras, Oman, Moldova, Sri Lanka, Thailandia, Armenia, Qatar e Bosnia-Erzegovina sono tra 200.000 e 300.000 casi. Infine Libia, Kenya, Cuba, Nigeria, Macedonia del Nord, Corea del Sud, Birmania, Zambia, Algeria, Lettonia, Albania, Estonia, Norvegia, Kirghizistan, Afghanistan, Uzbekistan, Kosovo, Mongolia, Cina e Montenegro hanno riportato tra i 100.000 e i 200.000 positivi. La Cina, il paese da cui ha avuto origine la pandemia, ha confermato ufficialmente 103.651 casi e 4.846 morti.

Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA