Covid Spagna, la ministra della Sanità ai giovani: «La pandemia non è finita»

Giovedì 13 Maggio 2021
Covid Spagna, la ministra della Sanità ai giovani: «La pandemia non è finita»

L'appello della ministra della Sanità spagnola ai giovani è chiaro: «È finito lo stato di emergenza, non la pandemia». Il "richiamo" arriva a poche ore dalle immagini del weekend in cui è stato eliminato il coprifuoco in quasi tutto il Paese con i ragazzi che si sono riversati in strada a festeggiare. «Facciamo sì che scene come quelle che abbiamo visto non si ripetano», ha detto Carolina Darias in conferenza stampa. Tra sabato e domenica sono scattate feste e assembramenti notturni che di certo non hanno fatto piacere al governo: «Sono stata anche io giovane - ha detto - ma non si può passare da tutto a niente». Intanto, l'incidenza dei contagi registrati nelle ultime settimane scende ancora: oggi si attesta sui 173,78 ogni 100.000 abitanti, mentre ieri era di 180,69. La previsione del ministero, ha detto Darias, è che i contagi continuino a scendere. «Ma dipende anche da noi», ha ricordato.

Vaccini - Il 30% della popolazione della Spagna ha già avuto almeno una dose di un vaccino contro il Covid. Si tratta di 14,3 milioni di persone. Quelle che hanno già completato il percorso di immunizzazione sono invece 6,5 milioni (oltre il 13% della popolazione). «La vaccinazione è la miglior notizia che abbiamo per poter controllare il virus», ha detto Darias in conferenza stampa. Nell'ultima settimana sono state amministrate 2,7 milioni di dosi. 

Ultimo aggiornamento: 14 Maggio, 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA