Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Uccide i genitori e li fa a pezzi: i corpi bruciati trovati nel camino e lungo il fiume

Lunedì 2 Maggio 2022
immagine di repertorio

Non poteva più nascondersi dalla valanga di bugie che aveva raccontato e che ormai lo stavano travolgendo. Per questo un 23enne statunitense ha deciso di uccidere i genitori, smembrare i cadaveri e provare a incenerirli nel camino di famiglia. Questo è il movente che avrebbe portato, secondo l'accusa, il ragazzo ad uccidere i genitori Bart e Krista Halderson. La coppia era molto orgogliosa del figlio e della sua carriera.

 Il 23enne stava spiccando il volo. Avrebbe dovuto lasciare la casa di famiglia nel Wisconsin, e trasferirsi, riporta il Mirror, in Florida dove, aveva raccontato, lo aspettava un lavoro con SpaceX, la compagnia di voli spaziali fondata dall'imprenditore Elon Musk. Prima di questa opportunità si era assicurato un posto al Madison Area Technical College e un lavoro a distanza con una compagnia di assicurazioni. I problemi di pagamenti venivano spiegati dall’ufficio risorse umane con tanto di e-mail che il giovane mostrava con serenità al padre. Tutto purtroppo completamente falso.

 

Leggi anche > Mariupol, bambini costretti a bere acqua piovana dalle pozzanghere

 

Le prime avvisaglie sono arrivate proprio prima del presunto trasferimento in Florida. Il ragazzo ha raccontato di essersi fatto male e di non potersi più spostare per problemi fisici. Inoltre il college stava ritardando l’invio dei documenti importanti. Così il padre, pensando di aiutarlo, ha scritto all’università scoprendo che il figlio aveva abbandonato gli studi da tempo. Davanti alla verità il giovane prima ha tentato di inventare nuove scuse poi con un appuntamento “di famiglia” in vista per chiedere spiegazioni al college, è crollato. Da lì il buio. Il 7 luglio, il 23enne ha denunciato la scomparsa dei suoi genitori. Ha detto che erano andati nella loro casetta lungo il fiume nel nord del Wisconsin per il fine settimana ma non erano tornati. Nessuno li vedeva però dal 1 luglio. La polizia ha ascoltato le nuove frottole del giovane: una visita a dei fantomatici amici per andare a vedere una parata inesistente.

 

Il giovane è stato quindi arrestato per intralcio alla giustizia, mentre le ricerche degli inquirenti si concentravano in una proprietà dove era stato visto arrivare in auto da alcuni testimoni. Gli agenti hanno trovato frammenti di ossa umane nel camino e utensili da taglio ricoperti dal dna dei suoi genitori. Altre parti dei corpi smembrati sono state trovate lungo il fiume Wisconsin: erano le gambe della madre. La polizia ha stabilito che l'arrestato aveva sparato a suo padre alla schiena nella loro casa il 1° luglio e aveva poi ucciso sua madre quando era rientrata. Aveva smembrato i loro corpi con una sega e delle forbici prima di provare a bruciarli nel camino di famiglia. Tra le ceneri sono stati trovati frammenti di teschio umano, ossa facciali e del ginocchio. Inoltre sarebbe tornato a casa monitorando le news on line. Nella cronologia su internet è stata trovata la frase «ritrovato corpo smembrato del Wisconsin» usata per fare una ricerca prima che i suoi genitori fossero trovati.

 

Ultimo aggiornamento: 23:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA