Elezioni in Umbria, l'alleanza giallorossa insidia il centrodestra, cala il divario

Perugia
di Mario Ajello

0
  • 102
Il candidato comune ancora non c'è ma con il patto tra M5S e Pd per la Regione Umbria la partita delle elezioni del 27 ottobre si è riaperta. Salvini pensava di avere la vittoria in tasca e invece così non parrebbe. Centrodestra avanti (di poco) con la Lega primo partito (ma in calo rispetto alle elezioni europee) e sfida aperta con la nascente alleanza tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. Ecco che cosa duce il sondaggio di Nicola Piepoli. A poco più di un mese dalle urne, il Centrodestra si attesta sul 47,5% con la Lega al 32-36%, Fratelli d'Italia e Forza Italia entrambi al 5-7% e altri della coalizione all'1-2%.


Il Partito Democratico, stando alle stime del sondaggista Piepoli, si colloca tra il 25 e il 27% e il Movimento 5 Stelle vale il 17-21%. La somma Pd-M5S raggiunge il 45% ovvero 2,5 punti percentuali in meno del Centrodestra. Un'eventuale lista civica unitaria tra i due partiti di governo arriverebbe comunque intorno al 45%. E, quindi, nonostante un marginale vantaggio del Centrodestra a trazione Salvini-Lega la partita appare aperta con il risultato finale tutt'altro che acquisito.Gli altri partiti e le altre liste complessivamente vengono dati tra il 6 e il 9%. E ci sarà da divertirsi in Umbria. Salvini e arciconvinto di sbaragliare gli avversari e in effetti gli scandali nella sanità della regione rossa lo aiutano. Ma i grillo-dem, se sciolgono l'incertezza sul candidato comune, saranno molto competitivi.
Lunedì 16 Settembre 2019, 16:31 - Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 10:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP