Italia-Cina, l'accordo e il calcio:
verso la serie A a Pechino

4
  • 5
Una partita di una prima giornata di Serie A da giocare in Cina. Secondo quanto appreso dall'Ansa sarebbe questo l'oggetto dell'accordo pluriennale su cui lavorano i vertici del calcio italiano con China Media Group, principale gruppo media dello Stato cinese, e di cui si discuterà domenica nel corso di un incontro a margine della visita del presidente cinese Xi Jinping a Roma, a cui saranno presenti rappresentanti di Pechino, il presidente della Figc Gravina, il presidente e l'ad della Lega Serie A, Micciché e De Siervo. 


Nello spirito dell'accordo il calcio è visto come strumento di dialogo permanente tra Cina e Italia, sottolineano fonti qualificate. L'obiettivo del governo cinese è ottenere i Mondiali del 2026 o del 2030 e la partnership con una nazione calcisticamente importante come l'Italia è vista da Pechino come un fattore chiave in quest'ottica. L'intesa prevederebbe anche l'inserimento nei centri territoriali federali della Figc di giovani promesse cinesi che vengono a formarsi in Italia a 360 gradi, non solo a livello calcistico ma anche didattico, con l'inserimento nel professionismo di formazione. Inoltre è prevista la condivisione dell'esperienza all'avanguardia italiana nello sviluppo del sistema Var.
Venerdì 22 Marzo 2019, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 22-03-2019 18:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-03-23 08:29:58
Siamo al "ridicolo".....se non pensassimo, forse ,solo ad un business!
2019-03-22 19:11:03
beh, se fosse il maglio col quale scardinare il cinematografaro romano e sostituirlo con uno con occhi a mandorla, questa via della seta e tutte le cose connesse, la vedrei con occhi meno critici.
2019-03-22 14:21:32
sembra una bufala. ma come si potrebbe fare una cosa del genere ? gia' giocare alle 12.30 non piace a nessuno, figurarsi andare a giocare in cina. la stanchezza del viaggio, il fuso orario, etc.....gia' cos' il campionato ha perso interesse andare a giocare in cina sarebbe il colpo di grazia....
2019-03-23 09:42:15
...il colpo di grazia sta per arrivare, non tanto per il calcio. L'Italia si sta mettendo in un vicolo cieco con gli accordi bilaterali con la Cina. Basta vedere come sono messi tutti i Paesi che hanno stipulato accordi con questo gigante economico nonché manipolatore di falsi del Made in Italy. Peraltro un Paese totalitario e schiavista, dove una grossa fetta di manodopera è eseguita dalla popolazione carceraria nelle fabbriche di Stato, sopratutto di gente repressa per motivi politici nonché da bambini a bagno nelle risaie e altro. (pecunia non olet). Gli Stati Uniti ci hanno avvertito più volte suscitando la loro ira a riguardo della sicurezza italiana e di tutta la NATO nonché dati sensibili a riguardo delle industrie a partecipazione militare, segreti di Stato. etcc per la possibile l'intrusione cinese nella Rete Wirless 5G, tanto potente tanto profanabile, della quale ancora non si conoscono tutti i possibili parametri violabili. Agli USA, abbiamo chiesto ed ottenuto, come Paese guida di trattare la pacificazione libica per tutelare gli interessi italiani e tenere fuori la Francia di Macron che vorrebbe sostituire l'ENI con la TOTAL... Peraltro, con gli Stati Uniti abbiamo un interscambio a favore dell'Italia per un valore di oltre 80miliardi di $ USA, mentre la Cina allo stato attuale abbiamo uno scambio a favore dell'Italia di appena 13 miliardi, contro i 40 miliardi EUR a favore della Cina. Insomma questo è un governo fallimentare in tutti i sensi, con il rischio di perdere anche pezzi di sovranità a riguardo delle cessioni che poi vedremo nel memorandum relative al porto di Trieste... ...non aver capito che a fronte di un possibile guadagno, dobbiamo sorbirci tutte le loro schifezze prodotte senza regole con il rischio di avvelenamento persino dei loro pomodori che già portano in Italia coltivati con pesticidi che l'Europa ha dismesso da decenni. Risibile l'export italiano di arance siciliane in Cina, il Paese non a caso dei Mandarini... sarebbe come vendere i frigoriferi agli eskimesi o i termosifoni agli africani. Ciò che sta attuando questo governo nei confronti degli USA, nostro partner naturale e privilegiato è un altro 8 settembre simile a quello perpetrato contro i tedeschi 1943, allora guadagnammo la libertà e il Piano Marshall per la ricostruzione, con questo voltafaccia perderemo la nostra libertà in modo indolore per ritornare ad essere un Paese di terz'ordine. Dove non ci sono riusciti i comunisti antenati del PD, ci sta riuscendo il M5S. Dal New York Times di ieri 22/03/2019 appare evidente che gli USA si sentono letteralmente traditi da questi quattro incapaci del governo italiano... tempesta in arrivo.

QUICKMAP