Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Studio choc: il contatto con i cani potrebbe essere all'origine dell'epatite nei bambini

Sabato 7 Maggio 2022 di Marta Ferraro
Gli scienziati temono che i cani siano l'origine dei casi sospetti di epatite nei bambini

Il contatto con i cani potrebbe essere all'origine dei casi sospetti di epatite che stanno colpendo centinaia di bambini in tutto il mondo, secondo un rapporto dell'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, secondo quanto riporta il quotidiano britannico The Telegraph.

Il documento ha rivelato che circa il 70% dei bambini identificati come sospettati di soffrire di epatite ha avuto contatti con animali domestici prima che si ammalassero. «Il senso di questa scoperta è in fase di studio», hanno scritto i funzionari. Tuttavia, non esiste ancora una «spiegazione provata» di un legame tra l'esposizione ai cani e l'epatite nei bambini, ha affermato Francois Balloux, direttore dell'University College London Genetics Institute.
«I cani portano i propri adenovirus, incluso il CAV-1, un agente patogeno del fegato del cane, ma non ci sono prove che il CAV-1 sia in grado di infettare gli esseri umani», ha detto il ricercatore a The Telegraph.

L'epatite, nonostante sia rara nei bambini, sta destando allarme in tutto il mondo. Un rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità rivela che sono stati identificati circa 300 casi sospetti di epatite nei bambini in almeno 20 paesi in tutto il mondo.

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 00:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA