Ottobre, i pasti della salute con frutta e verdura di stagione

Frutta e verdura alleati del benessere ad ogni stagione. Con Fruit24, il progetto promosso da Apo Conerpo e co-finanziato dall'Unione Europea e dal ministero delle Politiche Agricole per promuovere il consumo di frutta e verdura, è possibile scoprire quali sono prodotti più indicati per affrontare l'autunno grazie ai consigli del nutrizionista e tecnologo Giorgio Donegani.

«I frutti dell'autunno sono mediamente energetici, ideali per affrontare con il giusto tono il cambio di stagione. Fichi e cachi sono impareggiabili quando manca un pò di sprint, senza dimenticare quei frutti che, grazie al loro potere protettivo, aiutano a prevenire i primi acciacchi di stagione - informa Fruit24 - La melagrana è un vera campionessa, ma non è certo la sola. Quanto, poi, alle verdure, è proprio la ricchezza di composti fitochimici a caratterizzare quelle autunnali: nelle foglie troviamo sostanze amare (alcaloidi) depurative e protettive del fegato, mentre la polpa degli ortaggi, come quella della frutta, abbonda di specifici antiossidanti: in primis carotenoidi e polifenoli, utili per garantire protezione ai tessuti e migliorare la circolazione sanguigna». Per sfruttare al meglio gli elementi nutritivi dei prodotti della natura occorre distribuire nel corso della giornata frutta e verdura secondo le loro caratteristiche. Ecco un esempio.

Colazione: uva. Non solo è un frutto energizzante, ottimo per aprire la giornata, ma grazie alla presenza di acido fosforico e silicio, è indicato anche come ricostituente del sistema nervoso, per allontanare la tristezza stagionale sin dal mattino.

Break: mela. Ricca di vitamina B1 e B2, aiuta a combattere la stanchezza, l'irritabilità e l'inappetenza, tipiche di questo periodo. Mentre gli acidi organici (citrico e malico) predispongono a una migliore digestione e aiutano a mantenere il giusto grado di acidità nell'organismo.

Pranzo: cavolo. Ortaggi tra i più salutari, i cavoli forniscono un'ottima quantità di vitamina C, di calcio e di acido folico. Le loro maggiori virtù sono però legate all'azione congiunta di diverse sostanze che li rendono vere e proprie guardie del corpo: cisteina (un aminoacido protettivo), indoli e sulforafano. 

Merenda: castagna. Ricche di amido, sono perfette nel pomeriggio come fonte di energia. Inoltre, fornendo ferro, calcio, fosforo e potassio remineralizzano l'organismo e contrastano la fatica. Se poi l'autunno mette tristezza, le vitamine PP e quelle del gruppo B, aiutano a superare lo stress.

Cena: zucca. Leggerissima per la cena, la zucca è una vera e propria miniera di carotenoidi, sostanze che il nostro organismo trasforma poi in vitamina A, indispensabile per la salute di pelle, occhi, ossa e denti. Inoltre, ricca com'è di potassio, la zucca migliora il funzionamento degli scambi nervosi e del muscolo cardiaco.

Per pranzo e cena, un ottimo digestivo: radicchio che contiene sostanze amare che stimolano naturalmente i processi digestivi e migliorano la funzionalità del fegato.
 
Venerdì 13 Ottobre 2017, 14:42 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 14:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP