In Cina nei libri di scuola spunta il Vangelo taroccato che racconta di Gesù che ha lapidato l'adultera

Lunedì 28 Settembre 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – Il partito comunista cinese ora stravolge anche il Vangelo che viene rivisitato e corretto. Tanti cattolici in Cina sono rimasti letteralmente di sasso dalla distorsione di un brano delle sacre scritture contenuto in un testo scolastico e pubblicato dalla University of Electronic Science and Technology Press, gestita dal governo, dove si insegna «etica professionale e diritto» agli studenti delle scuole superiori. L'episodio ritoccato è quello dell'adultera che stava per essere lapidata e che è portata davanti a Gesù.

Nel Vangelo di Giovanni si dice che la peccatrice doveva essere condannata a morte perché aveva infranto la legge del tempo.«Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei». La folla sentendo questo si allontanò. Gesù le disse che non la condannava ma non avrebbe più dovuto peccare. Il libro, invece si arricchisce di un finale diverso perché nella versione taroccata Cristo, una volta che la gente se ne andò, lapidò a morte la peccatrice dicendo «Anch'io sono un peccatore. Se la legge potesse essere eseguita solo da uomini senza macchia, la legge sarebbe morta» si legge. Una versione che ha creato scompiglio e disorientamento tra i cattolici fino a che la notizia non è arrivata alla agenzia Uca news.

Sui social nel frattempo sono apparsi diversi post di persone angosciate. «Voglio che tutti sappiano che il Partito comunista cinese ha sempre cercato di distorcere la storia della Chiesa, di calunniare la nostra Chiesa e di far sì che la gente odi la nostra Chiesa». Mathew Wang, un insegnante cristiano in una scuola professionale, ha confermato il contenuto, ma ha detto che il contenuto del libro di testo varia da un luogo all'altro della Cina. Wang avrebbe aggiunto che il controverso libro di testo è stato esaminato dal Comitato di revisione del libro di testo per l'educazione morale nell'educazione professionale secondaria e che gli autori hanno usato un esempio sbagliato per giustificare le leggi socialiste cinesi. L'Agenzia Uca ha contattato di versi sacerdoti che sotto anonimato hanno affermato che la distorsione è frutto di un disegno preciso.

 

Ultimo aggiornamento: 12:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA