Papa Francesco, all'udienza niente green pass e dolore per dossier choc sulla pedofilia in Francia: «Vergogna»

Mercoledì 6 Ottobre 2021 di Franca Giansoldati
Papa Francesco, all'udienza niente green pass e dolore per dossier choc sulla pedofilia in Francia: «Vergogna»

Città del Vaticano – Niente green pass all'udienza del Papa. Ai fedeli che partecipavano stamattina all'udienza generale nell'aula Paolo VI non è stato chiesto alcun documento nonostante che dal primo ottobre sia divenuto obbligatorio il green pass per entrare nello Stato pontificio. Questo perchè, spiegano in Vaticano, l'udienza generale del mercoledì, è assimilabile alla celebrazione liturgica, per la quale la relativa ordinanza vaticana stabilisce in effetti un'eccezione rispetto a tale obbligo.

 

Papa Francesco e il dossier sulla pedofilia in Francia: 200mila minori abusati da tremila preti in 70 anni

 

Papa Francesco, all'udienza niente green-pass

L'incontro con i fedeli è iniziato con parole di dolore e vergogna per la pubblicazione del corposo dossier sulla pedofilia in Francia, frutto del lavoro triennale di una commissione indipendente (nominata dai vescovi). Il lavoro ha portato a galla circa 300 mila vittime nell'arco di 70 anni per un totale di circa 2900 preti abusatori. I numeri, hanno spiegato le autorità francesi non sono precisi perché si tratta di una fotografia del fenomeno resa probabilmente parziale da tanti casi che non sono mai stati denunciati.

 

 

Il dolore per le vittime

«Desidero esprimere alle vittime» della pedofilia da parte del Clero francese «la mia tristezza e il mio dolore per i danni che hanno subito e anche la mia vergogna, la nostra vergogna per la troppo lunga incapacità della chiesa di metterli al centro delle preoccupazioni. Questo è il momento della vergogna». Ha detto Papa Francesco nei saluti ai fedeli di lingua francese, al termine dell'udienza generale.


 

Ultimo aggiornamento: 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA