Colleferro, 17enne aggredito: i due ragazzi indagati ottengono i domiciliari »

Mercoledì 21 Aprile 2021
Colleferro, ragazzo aggredito: indagati ottengono i domiciliari

Arresti domiciliari per i due giovani accusati del pestaggio di un 17enne avvenuto a Colleferro sabato scorso, Lorenzo Farina e Chiristian Marozza. A deciderlo è il gip di Velletri che non ha convalidato il fermo ma ha emesso una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. I due ragazi di 19 e 18 anni erano stati arrestati con l'accusa di lesioni gravissime. Secondo la ricostruzione dell'aggressione ai danni del 17 enne, i due avrebbero agito dapprima con dei pugni al volto, poi, una volta caduta a terra sbattendo la testa, la vittima sarebbe stata colpita anche con un calcio. Nello stesso paese di Colleferro, in provincia di Roma, era stato brutalmente ucciso Willy Duarte Monteiro.

Colleferro, l'amico del 17enne pestato: «Un mese fa il primo raid, quelli giocano a fare i gangster»

L'ordinanza

«Esiste il pericolo, concreto ed attuale, che gli indagati commettono altri delitti della stessa specie e segnatamente che, ove non sottoposti a misure, possono perseverare nella realizzazione di gravi delitti con violenza alla persona». Lo afferma il gip di Velletri, Ilaria Tarantino, nell'ordinanza con cui ha disposto i domiciliari. «Ciò emerge - scrive il gip - dalle specifiche modalità e circostanze del fatto e dalla personalità di indagati, desunta dalla condotta degli stessi tenuto in occasione dei fatti per cui si procede in occasione delle pregresse liti avvenute sempre per i medesimi futili motivi. Gli indagati non hanno esitato ad aggredire la vittima colpendola con un pugno sul volto e facendola rovinare per terra e facendole sbattere la testa e ed hanno poi infierito colpendola con un calcio in pieno viso mentre era per terra, ponendo in pericolo la sua integrità fisica. Il tutto per banali motivi». Per il giudice «va osservato che gli indagati, seppure formalmente incensurati, non sono nuovi ad episodi del genere, essendo già stati coinvolti in analoghe vicende, sempre ai danni del 17enne, dei suoi amici e di altri giovani del luogo».

La vittima

«Penso che ad aggredirmi siano stati più di due», avrebbe comunque raccontato il 17enne a chi ha avuto modo di parlare con lui. «In passato ho difeso un amico da una presa in giro» avrebbe aggiunto. Il pestaggio sarebbe stato una sorta di «vendetta» legata a quell'episodio. Il giovane di Segni e i due aggressori arrestati si conoscevano perché praticano la stessa arte marziale. Una storia che sembra avere tante analogie appunto con quella di Willy Monteiro Duarte.

L'aggressione

Stando alla ricostruzione degli investigatori del commissariato Colleferro, diretto da Francesco Mainardi, poco dopo le 17 di sabato 17 aprile, su corso Turati all'angolo con piazza delle Repubblica, un gruppetto di adolescenti di Segni sono stati avvicinati da due coetanei di Colleferro: per motivi che sono ancora oggetto di indagine, è nata un'aggressione ai danni del 17enne. Il giovane è stato colpito con dei pugni al volto ed è caduto in terra sbattendo la testa. Anche una volta a terra, uno dei due aggressori, avrebbe colpito la vittima con un calcio.

Colleferro, 17enne picchiato come Willy Monteiro: «Ho difeso un amico: è stata una vendetta». Due giovani arrestati

Subito dopo gli aggressori sono fuggiti e il 17enne è stato soccorso dal 118 e trasportato all'ospedale di Colleferro. Sono state effettuate le perquisizioni domiciliari a casa degli indagati che hanno portato al sequestro degli abiti indossati durante il fatto. In particolare, uno degli indagati, stava lavando una maglia nella lavatrice. Sequestrati anche i cellulari in uso ai due ragazzi.

La vittima, che ha riportato varie fratture alla mandibola, al naso e una lacerazione del labbro, si trova in ospedale e al momento la prognosi è riservata. E' stato prima portato all'ospedale di Colleferro e poi trasferito al San Giovanni di Roma. I due aggressori sono stati sottoposti al fermo di polizia giudiziaria e, secondo le indicazioni della Procura di Velletri, sono stati accompagnati in carcere dove sono usciti oggi per andare ai domiciliari. 

Video

Ultimo aggiornamento: 15:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA