Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, Lazio torna arancione (il 22 febbraio)? paura varianti, Rt vicino a 1: la situazione

Sabato 13 Febbraio 2021 di Giampiero Valenza
Covid, Lazio torna arancione (il 22 febbraio)? paura varianti, Rt vicino a 1: la situazione

Nel Lazio l’indice Rt dei contagi della Covid-19 sale e ora si trova poco sotto 1, la quota massima il cui superamento costringerebbe la Regione a passare dalle misure del giallo a quelle dell’arancione. Secondo il monitoraggio 39 dell’Istituto superiore di sanità, che ha valutato i numeri regionali della settimana dal primo al 7 febbraio (aggiornati al 10 febbraio), nel Lazio l’indice Rt è a 0,96. L’indice è in salita: nella settimana tra il 25 e il 31 gennaio si trovava a 0,8, in quella tra il 18 e il 24 gennaio era a 0,73.

Variante inglese più letale, scuole chiudono in tutte le regioni: lo scenario che spaventa il governo

L'indice sale e si ritrova a un valore poco sotto quelli della settimana tra l’11 e il 17 gennaio (quando era a 0,99) e della settimana tra il 4 e il 10 gennaio (l’indice Rt si era attestato ad 1,1).

“C’è una situazione in movimento nelle varie Regioni italiane che in parte potrebbe forse essere spiegabile dall’aumento della cosiddetta ‘variante inglese’, più trasmissibile – spiega Roberto Cauda, ordinario di Malattie Infettive all’Università Cattolica del Sacro Cuore – Non si tratta di una impennata ma di un aumento finora contenuto dei contagi”.

Covid Roma, festa illegale in un appartamento in Centro: denunciati in sette

A Roma e nel Lazio ci si deve preoccupare?

«Non penso ci debba essere una preoccupazione laziale, romana o lombarda, c’è una preoccupazione generale di tutta Italia – prosegue Cauda – Siamo all’ultimo miglio, seppur lungo, della vaccinazione. Dobbiamo cercare in qualche modo di arrivare indenni alla fine. Più che preoccuparsi direi di stare attenti e di seguire le misure di prevenzione». Dunque, tra queste, lavarsi spesso le mani, tenere il distanziamento sociale, indossare correttamente le mascherine e che possano coprire bene naso e bocca. Il Lazio, se i numeri peggiorassero, potrebbe tornare in arancione solo il 22 febbraio.

Covid diventerà come l'influenza? Ecco come il governo britannico pensa di curarlo

Quale costo può pagare il Lazio passando dalla zona gialla a quella arancione?

Si potrà circolare liberamente, ma solo all’interno del proprio Comune. Per varcare i confini comunali sarà necessario avere un modulo di autocertificazione e ci devono essere motivazioni di lavoro, salute o necessità. Se si vive in un Comune con meno di 5 mila abitanti ci si potrà spostare in un raggio di 30 chilometri ma non si potrà andare nei capoluoghi. Bar e ristoranti saranno aperti e potranno fare solo asporto e servizi a domicilio. I negozi saranno aperti ma saranno chiusi i centri commerciali nel fine settimana, ad eccezione di farmacie, tabaccherie ed edicole che si trovano al loro interno.

Vaccini, Draghi cambia il piano: AstraZeneca agli anziani, vaccinare subito gli insegnanti

Covid, le Faq del governo ----> Domande e risposte

Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio, 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA