Roma, Ncc protestano al Senato dopo rinvio decreto: fumogeni e striscioni

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 10
Tornano a protestare gli operatori Ncc (Noleggio con conducente) a Roma. Una manifestazione è in corso davanti al Senato, dopo che è stata rinviata la discussione del decreto per regolamentare il servizio. Durante la protesta, pochi minuti fa, sono stati accesi dei fumogeni mentre alcuni operatori hanno cercato di avvicinarsi all’ingresso principale di Palazzo Madama. 

Le norme sugli Ncc sono state salvate dall'esame di ammissibilità svolto dalla presidenza del Senato sul decreto semplificazioni. Le nuove regole prevedono, fra l'altro l'obbligo, solo per gli ncc, del rientro in rimessa per ogni singolo servizio e il divieto di rilascio di nuove autorizzazioni per i servizi di ncc fino alla piena operatività dell'archivio informatico.

Gli Ncc protestano con fischietti, qualche petardo e un paio di bandiere dell'Italia. Tra i cori urlati, «Onestà! Onestà», mentre su un cartello si legge: «No ai monopoli, libertà di scelta ai cittadini». I lavoratori, qualche centinaio di persone, minacciano di restare lì in presidio fino alla notte. Sono tenuti lontano dall'ingresso da un cordone di forze dell'ordine in tenuta antisommossa mentre la strada, Corso Rinascimento, è bloccata da entrambi i lati dai blindati di polizia e carabinieri.

Stamattina gli ncc in sciopero della fame da giorni hanno incontrato il ministro degli Interni Matteo Salvini: «Il ministro ci ha detto che "questa storia va risolta, ho parlato con il viceministro Rixi"», spiegano.

 
Lunedì 28 Gennaio 2019, 17:12 - Ultimo aggiornamento: 28-01-2019 19:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP