La denuncia: «Campania, nelle aree
isolate difficoltà per vaccinare gli anziani»

Sabato 20 Febbraio 2021
La denuncia: «Campania, nelle aree isolate difficoltà per vaccinare gli anziani»

Garantire la vaccinazione agli anziani delle aree interne della Campania: è l'appello della deputata del Movimento 5 Stelle Anna Bilotti. «In Campania la campagna vaccinale per gli ultra ottantenni pianificata dalla Regione – scrive la parlamentare – penalizza le zone isolate dove però i tassi di anzianità sono maggiori e la mobilità è fortemente condizionata dai pochissimi presidi sanitari».

LEGGI ANCHE Napoli, agente di polizia penitenziaria prossimo alla pensione muore di Covid

Anche la campagna di vaccinazioni organizzata dalla Regione Campania può diventare un momento di discriminazione. Da Palazzo Santa Lucia, infatti, si è puntato tutto sugli anziani dei centri urbani. Poco o nulla si è fatto per gli ultraottantenni delle aree interne costretti, se vogliono il vaccino, a spostarsi in qualche modo verso i punti vaccinali con ore di auto. La situazione è giunta al punto che alcuni sindaci si sono organizzati per portare con mezzi propri gli anziani a fare la vaccinazione. «C'è bisogno di un intervento urgente affinché la vaccinazione doverosa delle persone più a rischio non abbia come effetti una disparità di diritti di accesso alle cure per cittadini che risiedono in aree interne del nostro territorio» ha scritto Bilotti in una lettera inviata al ministro della Salute, Roberto Speranza.

«In Italia - continua Bilotti -  le ultime rilevazioni ci indicano che mediamente ricevono assistenza domiciliari integrata 2,7 ultrasessantacinquenni su 100 mentre in altri paesi europei, la percentuale di anziani assistiti a casa si attesta fra l’8 e il 10%, con punte del 20%. Nelle aree interne della Regione Campania dove questo dramma si accentua, vengono assistiti mediamente 1,6 anziani su 100, e questa mancanza di presidio è conclamata nella corrente campagna vaccinale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA