Aggredisce poliziotto,
fermato ed espulso capoverdiano

di Simona Chiariello

In preda ad un vero e proprio raptus è giunto davanti al cancello del commissariato e dopo aver bussato con insistenza al citofono ha iniziato ad inveire contro i poliziotti. Non pago, quando gli agenti hanno tentato di bloccarlo, per liberarsi ha aggredito una dei poliziotti torcendogli il collo. È stato cosi che un 26enne, di nazionalità capoverdiana, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Cava de' Tirreni, diretti dal vicequestore Imma Acconcia, con l’accusa di resistenza e lesioni. Secondo la ricostruzione della polizia, tutto è accaduto venerdi pomeriggio quando il giovane extracomunitario, in alterato stato pisico fisico, si è presentato davanti al cancello del commissariato in via Marconi. Il ragazzo ha iniziato a bussare con insistenza il citofono per poi inveire contro gli agenti. I poliziotti sono intervenuti nel tentativo di calmarlo per poi condurlo negli uffici per ulteriori accertamenti. A questo punto, vistosi bloccato, ha tentato di liberarsi ed ha aggredito uno dei poliziotti, torcendogli il collo. Per fortuna un secondo agente, intervenuto prontamente, ha evitato il peggio. Subito dopo il giovane è stato arrestato. Per lui è stata avviata la procedura di espulsione.
Sabato 12 Gennaio 2019, 20:12 - Ultimo aggiornamento: 12-01-2019 20:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP