Maturità da record a Salerno:
uno studente su dieci prende 100

Venerdì 12 Luglio 2019 di Gianluca Sollazzo
La nuova maturità si chiude con una pioggia di centisti. Malgrado la rivoluzione decisa dal ministero dell’Istruzione con l’introduzione della revisione al compito di italiano e al colloquio orale con le buste a sorpresa, gli studenti salernitani riescono a cavarsela alla grande. Mai come quest’anno infatti, record di centisti a Salerno, con picchi ai licei Regina Margherita e Severi. Si diplomano con cento pieno ben 220 candidati su 2200 maturati, quindi il 10% del totale nel capoluogo: l’anno scorso i centisti furono 197 e rappresentarono l’8,9% dei diplomati. Le lodi sono state 78 e rappresentano il 3,5% (un anno fa furono 68, quindi il 3% dei diplomati). A tal proposito si rileva che la concentrazione più alta di diplomati con 100 e lode si registra al liceo Da Procida (se ne contano 17) e al Tasso (ben 14).

Complessivamente, la maturità 2019 si chiude con medie alte e ben oltre le più rosee aspettative. «Studenti ben preparati», dicono i presidenti delle commissioni. «Ma non c’è stato nessun regalo», precisano i commissari dei licei del capoluogo. Tanti anche i 99, quindi dei centisti mancati per un soffio. «Ne abbiamo avuti almeno cinque, segno che i centisti sono centellinati, per me anche il 98 equivale a cento», precisa Ester Andreola, preside del liceo Sabatini Menna, l’unico artistico del capoluogo. I presidi sono «soddisfatti» e «orgogliosi». La maturità 2019, interessata da un restyling sostanziale, è da record. Battuto quello della maturità 2018-2019, quando i centisti furono 197. Nessuna brutta sorpresa per 2mila e 200 maturandi del capoluogo: l’esame è andato in porto senza patemi. A Salerno i respinti di quest’anno sono stati quattro, uno in meno rispetto a quelli della scorsa maturità Ultimo aggiornamento: 07:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA