Mal di testa quando si è sensibili alla luce: la "colpa" è dei neuroni troppo sincronizzati

Lo studio della Scuola Superiore Sant'Anna, in collaborazione con l' Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-In) di Pisa e l'Università di Padova

Mal di testa quando si è sensibili alla luce: la "colpa" è dei neuroni troppo sincronizzati
Mal di testa quando si è sensibili alla luce: la "colpa" è dei neuroni troppo sincronizzati
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 11:49 - Ultimo agg. 12:23
3 Minuti di Lettura

Che rapporto c'è tra il mal di testa e la luce?Si è scoperto perché l'emicrania è spesso accompagnata da una eccessiva sensibilità alla luce, che spinge chi ne soffre a preferire il buio: i colpevoli sono i neuroni, che durante il mal di testa sono troppo sincronizzati e portano quindi ad una eccessiva risposta della corteccia visiva, l'area del cervello deputata all'elaborazione degli stimoli visivi.

Tumore al cervello, ma per i medici sono "stati d'ansia": il calvario di Emma, poliziotta e madre di 3 bimbi

La scoperta arriva da un gruppo di ricercatori italiani guidati dalla Scuola Superiore Sant'Anna, in collaborazione con l' Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-In) di Pisa e l'Università di Padova. Lo studio, pubblicato sul Journal of Headache and Pain, apre la strada non solo a possibili cure mirate per gli effetti visivi del mal di testa, ma anche per altre patologie con caratteristiche simili, come l'epilessia.

La relazione tra emicrania e ipersensibilità alla luce è stata considerata a lungo in contraddizione con il fatto che il mal di testa porta in realtà ad una diminuzione dell'attività dei neuroni nella corteccia visiva. Ora, i ricercatori guidati da Nicolò Meneghetti fanno luce su questo paradosso: durante l'emicrania i neuroni sono effettivamente meno attivi, ma allo stesso tempo riescono a sincronizzarsi in modo più veloce, così che la risposta collettiva della corteccia visiva è in grado di propagarsi con un'efficacia addirittura eccessiva.

Salute degli occhi: se diabete e ipertensione portano al glaucoma

© RIPRODUZIONE RISERVATA