Ecco Glicine, il nuovo ristorante gourmet del Santa Caterina Hotel ad Amalfi

Si chiama Glicine il nuovo ristorante gourmet del Santa Caterina Hotel ad Amalfi, il cinque stelle lusso di Amalfi che dal 1904 è icona di eleganza ed accoglienza in costiera.

Circondato dai glicini che gli danno il nome, il Ristorante è guidato da Giuseppe Stanzione. Lo chef (classe’78) di origini salernitane, si forma professionalmente prima in Italia e poi all’estero, tra California, Australia, Cina e Thailandia per tornare poi in Italia affiancando alcuni grandi nomi della ristorazione nazionale, come Angelo Troiani e Bruno Barbieri. Dal 2011 al agosto del 2018 è stato al comando del ristorante Le Trabe, a Paestum (Salerno), dove ha conquistato la prima stella Michelin nel 2013. La cucina di Giuseppe, è legata al mediterraneo e offre piatti tradizionali con una personale interpretazione in chiave moderna. «Vorrei raccontarvi tutti i piatti - dichiara il neo chef del Santa Caterina – ma in sintesi vi posso dire che la mia cucina è buona, pulita dai sapori spiccati e riconoscibili, realizzati con tecniche di cottura moderne».

La sua cucina rispecchia il territorio: la pasta secca di Gragnano, i pomodori gialli, la mozzarella di bufala Dop, i limoni di Amalfi. Come le Tagliatelline di semola di grano duro cacio, pepe e gamberetti di Nassa al profumo di limone o i Tortelli ripieni di genovese di vitello con zabaione al Parmigiano 36 mesi e maggiorana e ancora la famosa Pasta “miscata” con cozze e crema di burrata. Senza dimenticare il pesce, come lo Scampo appena arrosto, crema di finocchi all’anice stellato e arachidi tostate. I dessert hanno il sapore della sorpresa come la Bufala e il lampone, giocato tutto sulle diverse consistenze del frutto e del formaggio.

Disciplina, creatività e prodotti d'eccellenza del territorio sono alcuni dei punti che caratterizzano la sua esperienza culinaria.
 
 

Il Ristorante Glicine è aperto sia per i clienti interni che per gli esterni, il menù à la carte, prevede la proposta delle classiche portate come da tradizione italiana insieme a tre diversi tipi di degustazione. Molte le proposte anche per vegani, vegetariani e celiaci. Il pesce fresco locale, proveniente dalla penisola sorrentina, è lavorato in modo essenziale, per non alterare i profumi e i valori nutrizionali.

La carta dei vini è di ampio respiro con un’attenta selezione delle eccellenze vinicole italiane e internazionali tra le quali troviamo anche vecchie annate di grandi cru o verticali delle più note etichette. La sezione dedicata al territorio campano, è attenta e variegata, pensata per illustrare e scoprire le mille peculiarità di questa interessante area vitivinicola.

Particolare attenzione è rivolta anche alle bollicine italiane, insieme alle immancabili francesi, disponibili anche nei diversi formati.

Per appagare le esigenze di propri clienti in ogni momento della giornata, l’offerta di ristorazione del Santa Caterina, può contare su più location. Oltre al Glicine anche il Bar – bistrot le Terrazze, situato sullo stesso piano del ristorante, dove è possibile degustare cocktail della più moderna mixology, ma anche mangiare qualcosa di sfizioso, grazie ad una piccola carta food sempre a disposizione, durante tutto l’arco della giornata.

Una valida alternativa di ristorazione, è rappresentata dal Ristorante al Mare, un luogo altrettanto magnifico “in bocca al mare”, con un terrazzo dal quale sembra possibile accarezzare l’acqua blu della Costeria. Qui la cucina rispecchia la tradizione, partendo dalla materia prima selezionata giornalmente dallo chef, ma è possibile anche mangiare una pizza tradizionale napoletana, cotta in forno a legna, assaggiare le specialità del mare -come il pescato del giorno- o le verdure fresche raccolte dall’orto dell’albergo. Completa l’offerta il Beach club, situato a pochi passi dal Ristorante al Mare che offre la possibilità di
Martedì 18 Giugno 2019, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 18-06-2019 14:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP