Brigitta Boccoli mamma bis: «Ho combattuto tanto per Brando, lo voglio crescere senza la tata»

Brigitta Boccoli e il figlio  Brando (Instagram)
“Essere diventata mamma a questa età mi fa essere ancora più desiderosa di stargli vicino”, Brigitta Boccoli è diventata di nuovo mamma a 47 con la nascita del suo secondo figlio, Brando. Per averlo  ha affrontato un lungo percorso, quello della fecondazione assistita e si vuole godere tutti i momenti con lui, seconda affidare il piccolo a una tata.



Stavolta sarà sola col marito: “Avevo una tata che mi aiutava – ha spiegato in un’intervista a “Nuovo” -  mentre questa volta non ho voluto nessuno, lo cresceremo noi perché non ci vogliamo perdere neppure un momento. Manfredi ha 11 anni e il tempo con lui è volato. Mi rendo conto che i figli crescono con grande velocità, quindi ho intenzione di godermi ogni istante con Brando”.



Per tre volte è dovuta ricorrere alla fecondazione assistita: “Ho combattuto tanto per avere Brando. Quando abbiamo voluto il primo figlio, è arrivato subito, invece per lui abbiamo provato per cinque anni e ne abbiamo perso anche uno. A volte si rimanda per il lavoro e per la pigrizia, pensando di essere eterni, ma non ci si rende conto che il fisico ha un limite. Se fosse per me, ne farei altri tre oppure quattro, ma ormai non ho più tempo”.

Giovedì 12 Settembre 2019, 19:29 - Ultimo aggiornamento: 12-09-2019 20:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP