Divorzi miliardari, i russi battono tutti

di Mariagiovanna Capone

Sarà il divorzio del secolo e, facendo due conti, pure del millennio. Difficile immaginare una cifra inferiore ai 60 miliardi di dollari per permettere a Jeff Bezos di divorziare con MacKenzie Tuttle. Il patrimonio del papà di Amazon ammonta a 137 miliardi di dollari, cifra che gli ha permesso di diventare «l'uomo più ricco del mondo», scettro che perderà dopo aver diviso metà dei suoi beni. Ma a sborsare cifre da capogiro per ritrovare la libertà dal vincolo matrimoniale sono stati in tanti. Ecco un elenco di quelli più ingenti.

L'OLIGARCA
Fino a quando gli avvocati non faranno firmare l'accordo tra Bezos e Tuttle, al momento il divorzio dell'oligarca russo e presidente della squadra di calcio del Monaco Dmitry Rybolovlev dalla prima moglie Elena Rybolovleva vanta il titolo di divorzio più costoso della storia. La battaglia legale dura ben sei anni e nel 2014 il tribunale di Ginevra assegna all'ex moglie una cifra record di 4,8 miliardi di dollari, ridotti da una successiva sentenza a 564 milioni di franchi svizzeri. Ma lei non cede e nel 2015 le due parti comunicano di aver raggiunto un accordo: i ben informati parlano di 3 miliardi. Risale al 1999 invece il dispendiosissimo addio tra l'ormai scomparso imprenditore e mercante d'arte Alec Wildenstein e Jocelyn, oggi nota come la «donna gatto» per il volto alterato dalla chirurgia estetica. I due si accordarono per 2 miliardi e mezzo di dollari.

LE SCAPPATELLE
Harold Hamm, ad della Continental Resources, se la cava nel 2014 con un assegno da un miliardo di dollari per l'ex Sue Ann, sposata nel 1988. Adnan-Khashoggi divorzia nel 1982 dalla moglie Sandra Daly per 875 milioni di dollari, cifra che aggiornata a oggi ammonterebbe a circa 2 miliardi di dollari. Tiger Woods non è riuscito a mantenere la promessa di fedeltà coniugale a Elin. Le numerose scappatelle del campione di golf manderanno all'aria il matrimonio per 750 milioni di dollari. Tradimenti che stanno mettendo nei guai il patron degli hotel di Las Vegas, Stephen Wynn. Per il divorzio da Elaine nel 2010 pagò 11 milioni in azioni pari all'epoca 750 milioni di dollari, ma recentemente è stato accusato di molestie nei confronti dello staff dei suoi alberghi che potrebbero intaccare ulteriormente il suo patrimonio.

I TYCOON
Craig McCaw, fondatore di McCaw Cellular e Clearwire Corporation, nel 1997 ha pagato appena 460 milioni di dollari per divorziare dalla moglie Wendy, che lei pare abbia sperperato nel giro di pochi anni. È di 400 milioni la cifra pagata da magnate Robert L. Johnson per divorziare da Sheila. Curiosità: cinque anni dopo, lei sposa il giudice che aveva trattato la loro causa di divorzio. Ammonta a 300 milioni di dollari la buonuscita per Irina, ex moglie del tycoon russo Roman Abramovich. Samathur Li Kin-kan invece divorzia dalla moglie Loraine, perché lei avrebbe rifiutato di abortire e si accorda per 140 milioni di euro: il più ingente in Asia. Il record italiano invece è di Silvio Berlusconi, che concluderà il matrimonio con Veronica Lario per 540 milioni di euro oltre a un assegno di mantenimento inizialmente fissato in 1,4 milioni di euro al mese, poi annullato.

COPPIE VIP
Tra i vip dello spettacolo il record spetta a Mel Gibson con 425 milioni di dollari, Arnold Schwarzenegger risolte con Maria Shriver con 200 milioni di dollari, mentre Michael Douglas con Catherine Zeta-Jones per 300, sebbene si siano poi risposati. Tom Cruise dovette dare 200 milioni a Nicole Kidman, mentre Ben Affleck a Jennifer Garner ben 145 milioni di euro. Mick Jagger pagò Jerry Hall 80 milioni di dollari, e Paul McCartney ben 87 milioni di euro a Heather Mills, Madonna invece ha pagato Guy Ritchie 90 milioni di dollari. Record di un miliardo e 700 milioni di dollari per il primo divorzio di Rupert Murdoch avvenuto nel 1999, invece Bernie Ecclestone versa all'ex modella Slavica Radic un miliardo e mezzo. Nessun accordo prematrimoniale per Michael Jordan e la ex moglie Juanita Vanoy che nel divorzio avvenuto nel 2006 ha versato alla ex moglie Juanita una buonuscita di 168 milioni di dollari, calcolata sulla base del fatturato e dei beni posseduti dalla ex stella dell'Nba.
Venerdì 11 Gennaio 2019, 11:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP