Arriva l'hair stylist 2.0: cura anche l'abbigliamento della donna

di Giuliana Covella

Dimmi come porti i capelli e ti dirò che donna sei. Da Napoli arriva l’hair stylist 2.0. Un’innovazione che sta già rivoluzionando il settore: il parrucchiere non sarà più solo colui che cura i capelli, ma un vero e proprio consulente di immagine per le donne. L’idea è del napoletano Yarin Viscovo, 24 anni, originario di Ponticelli e con circa dieci anni di esperienza nel campo, che l’ha presentata all’ultima edizione di «Aestetica» alla Mostra d’Oltremare. Il parrucchiere si occuperà non solo di trucco e parrucco, ma anche di abbinarvi lo style di abbigliamento più adatto alla personalità della donna, in base al ruolo che lei ha nella società.

«La novità - spiega Viscovo, che si occupa di moda e wedding - consiste nel fatto che la figura tradizionale del parrucchiere si evolve in base all’evoluzione della società». Ma come fa un parrucchiere a capire quale possa essere lo stile adatto ad una donna «studiando» la sua pettinatura? «Ne osserva il portamento, il modo di gesticolare magari, l’eleganza e da ciò deduce se la sua bellezza possa essere esaltata indossando un paio di jeans o un abito lungo».

Grazie al trunk show ideato da Viscovo, in collaborazione con H&M makeup e con la presenza di tre bellissime modelle, a «Aestetica» è stato presentato un flash delle nuove tendenze 2019 del trucco e parrucco, attraverso tre mood innovativi: revolution, romantic e sposa, grazie agli abiti realizzati da Patrizia Lieto e Pinù Couture. Il concept, con cui prende finalmente vita l’idea del total look e di una nuova generazione di hair stylyst 2.0, farà il giro dei locali della movida e nelle capitali della moda più importanti d’Italia: dal Just Cavalli a Milano al Pineta di Milano Marittima.
Martedì 20 Novembre 2018, 13:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP