Carlo taglia le spese e mette in vendita all'asta i cavalli della madre Elisabetta

Carlo mette in vendita i cavalli della madre Elisabetta
Carlo mette in vendita i cavalli della madre Elisabetta
Lunedì 17 Ottobre 2022, 23:13 - Ultimo agg. 18 Ottobre, 05:49
2 Minuti di Lettura

Tra gli affetti più cari della regina Elisabetta, accanto agli adorati corgie – il suo tappeto mobile come lo chiamava Diana –, c'erano i cavalli e i pony. Animali a cui la defunta sovrana era legatissima e che adesso, con la sua morte, il figlio Carlo ha deciso di vendere.

Re Carlo III, la lite con Harry su Meghan: la morte di Elisabetta ha peggiorato la frattura. Cos'è accaduto

Carlo mette in vendita i cavalli della madre Elisabetta

Il nuovo re, per far fronte alla gestione economica dell'imponente eredità materna, ha deciso di mettere in vendita all'asta dodici esemplari della scuderia di Elisabetta. Come riferisce il Sunday Mail, tra loro c'è anche Love Affairs, l'ultimo cavallo ad avere dato una grande soddisfazione a The Queen, vincendo a Goodwood due giorni prima della sua morte. Una gioia autentica per Her Majesty, che per tutta la vita è stata una grande cavallerizza.

La regina – ricorda il tabloid inglese – ha avuto 37 cavalli in gara quest'anno e Carlo ne sta cedendo quasi un terzo. Una decisione che farà certo storcere il naso ad alcuni royal watchers, ma che forse rientra nelle logiche di Carlo di ridurre i costi della royal family, contenendo le spese.

Pare che l'asta, che si terrà a fine mese, stia suscitando grande interesse soprattutto tra gli sceicchi e i membri delle famiglie reali arabe, «particolarmente desiderose di acquistare e rivendicare un collegamento con la regina».

Come riporta il tabloid, questa vendita non comprometterà il legame dei Windsor con il mondo equestre. «Il legame tra la famiglia e l'industria delle corse di cavalli continuerà. Il desiderio è di continuare con le tradizioni e le connessioni con Royal Ascot, ma in misura minore di quanto faceva la regina, grande appassionata delle corse».

© RIPRODUZIONE RISERVATA