La mostra di Venezia all'ombra del Vesuvio: ecco i film napoletani alla Biennale

di Titta Fiore

  • 232
C'è la Napoli delle periferie raccontate nel crudo realismo dei luoghi, e c'è la Napoli metaforica della trasfigurazione letteraria. C'è la Napoli satura nei colori e nei toni da fumetto e la Napoli struggente dell'autobiografia. C'è la Napoli dei grandi autori e quella che continuamente si rinnova nella formazione di nuovi talenti. La città che negli anni è diventata capitale della lunga serialità e la fucina capace di mettersi continuamente alla prova con i linguaggi del cinema del reale e le lunghezze non convenzionali del corto e del mediometraggio. Insomma, c'è, nel cartellone della Mostra del cinema che si apre stasera con il primo film europeo della Palma d'oro giapponese Kore-eda Hirokazu, «La verité», un filo rosso che attraversa tutto il programma e riconduce in maniera massiccia al cinema che si fa e si produce all'ombra del Vesuvio.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 28 Agosto 2019, 10:00 - Ultimo aggiornamento: 28-08-2019 12:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP