Morta Valeria Valeri, star di Un medico in Famiglia: aveva 97 anni

ARTICOLI CORRELATI
1
  • 1218
Valeria Valeri, una tra le più importanti interpreti del teatro italiano, è morta alle 5,30 di questa mattina all'età di 97 anni. La popolare attrice negli in anni recenti aveva partecipato anche a tante fiction tv come Un Medico in Famiglia. A dare il doloroso annuncio la figlia, Chiara Salerno, avuta dall'attore Enrico Maria Salerno. I suoi due ruoli più celebri sono quelli della signora Stoppani, madre dell'irrequieto Giannino alias Gianburrasca (interpretato da Rita Pavone) nello sceneggiato musicale "Il giornalino di Gian Burrasca" diretto nel 1964 da Lina Wertmüller, e quello in "La famiglia Benvenuti" di Alfredo Giannetti (accanto ad Enrico Maria Salerno), in cui interpretò ancora il ruolo di una madre apprensiva.

Morta l'attrice giapponese Machiko Kyo, leggendaria star di “Rashomon” di Kurosawa

Mamma toglie una zecca al gatto di casa, viene morsa dal parassita e resta invalida
 



I funerali si svolgeranno domani, 12 giugno, alle ore 11,30 alla Chiesa degli Artisti di Roma in Piazza del Popolo. Valeria Valeri, pseudonimo di Valeria Tulli era nata a Roma l'8 dicembre 1921 e sin dalla metà degli anni quaranta ha calcato ininterrottamente il palcoscenico, diventando una delle presenze storiche del teatro italiano del dopoguerra.
 
 

Tanti i sodalizi celebri con Alberto Lupo nel '63-'64 e soprattutto tra la fine degli anni '60 e i primi anni '70 con Alberto Lionello con cui recita in tante commedie brillanti. È stata in teatro in coppia con Gino Bramieri e negli anni '80 con Paolo Ferrari.
Martedì 11 Giugno 2019, 13:03 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 14:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-11 13:54:08
Attrice popolareche incarna tutta la storia di cinema televisione, di sceneggiati televisivi, fiction e soap opera italiana degli ultimi sessanta anni, dotata di innata simpatia e convincente a tal punto da apparire tutt'uno con il personaggio interpretato, poi quel nome magico Valeria Valeri esprimeva in tutto il valore e il senso di una ineguagliabile professionalità . Ma forse la relazione con Enrico Maria Salerno ,suo partner ne" la Famiglia Benvenuti, film registrato già a colori quando c'erano solo due canali Rai e mai riproposto in tv sottolineava che già all'epoca non separava professione da vita sentimentale. Ne il giornalino di Gian Burrasca oltre ad interpretare il ruolo di madre apprensiva dei primi del 900 italiano con abiti e pettinature ad esso riferite diventa la culla in cui Rita Pavone che interpreta il ruolo di un iperattivo Giannino Stoppani si adagia tranquilla e canta la splendida canzone di Nino Rota,autore delle musiche, e dedicata alla mamma. A sottolineare il valore di quel cast basta ricordare i nomi di Arnoldo Foà e di Milena Vukotic e di Valeria Valeri per la regia di Lina Wertmuller. Alcune presenze in "un Posto al sole" indicano la poliedricità di quest'attrice e la capacità di adattarsi anche al mutare delle tecniche e di elaborazione delle fiction.Se non ha avuto grossi riconoscimenti, anche dovuti al suo stare un passo indietro agli altri , e al carattere riservato, ci rimane il ricordo di quel sorriso solare e rassicurante da autentica madre italiana impegnata nell'educazione dei figli e nelle gestione della casa

QUICKMAP