Morto Einár: il rapper 19enne è stato ucciso a colpi di arma da fuoco

Venerdì 22 Ottobre 2021
Einár è morto: il rapper 19enne è stato ucciso a colpi di arma da fuoco

Einár è morto. Il rapper svedese di 19 anni è stato uccisono a colpi di arma da fuoco a Stoccolma, in un incidente che, stando alle prime ricostruzioni del media loccali, potrebbe essere legato alle gang.

 

Leggi anche > Russia, incendio in una fabbrica di polvere da sparo: 15 morti

 

 

 

 

Il rapper è stato raggiunto da diversi proiettili nel sobborgo di Hammaby ed è morto sul colpo. A riferirlo è stata la portavoce di polizia Ola Osterling, all'agenzia di stampa svedese Tt. La polizia sta cercando di individuare almeno due sospettati che avrebbero sparato al rapper. 

 

Il movente di un omicidio a sangue freddo del genere resta ancora un mistero. Ma il quotidiano svedese Aftonbladet riferisce che il giovane rapper, recentemente, aveva ricevuto diverse minacce. La Svezia ha visto, nell'ultimo periodo, un aumento di criminalità organizzata e diverse sparatorie fra bande si sono verificate a Stoccolma, Goteborg e Malmo, dunque, l'ipotesi più plausibile resta quella di un regolamento di conti fra gang. Ricordiamo che nel 2020 stava per essere rapito da un cantante rivale.

 

Einár, il cui vero nome è Nils Kurt Erik Einar Gronberg, nato a Stoccolma, è diventato famoso all'età di 16 anni quando la sua canzone Katten i trakten (Il gatto del quartiere) dal suo album di debutto Forsta klass ha scalato le classifiche svedesi nel 2019: è diventato l'artista più popolare su Spotify davanti a star come Ed Sheeran e Billie Eilish. È stato premiato con il premio Canzone dell'anno nel 2019 e il premio come esordiente dell'anno un anno dopo.

Ultimo aggiornamento: 14:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA