Eurovision Song Contest 2021, dove il pop perde i freni e si gode l'effetto trash

Martedì 18 Maggio 2021 di Andrea Spinelli
Eurovision Song Contest 2021, dove il pop perde i freni e si gode l'effetto trash

Il cuore che s'illumina nel petto del Nord macedone Vasil mentra canta «Here I stand», le tastiere a mezzaluna degli impronunciabili islandesi Daði og Gagnamagnið, le coreografie della greca Stefania con l'uomo invisibile, le gigantesche trombe del britannico James Newman, la russa Mania che esce da un abito formato matrioska, l'angelo pop incarnato dal norvegese TIX con tanto di ali piumate, catene, e demoni che gli si agitano attorno,...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA