Sanremo, cachet d'oro per i presentatori: 700mila euro per Baglioni, 450 per Bisio, 350 per la Raffaele

32
  • 7049
«I corridoi della Rai raccontano che per Baglioni sarebbe pronto un compenso da 700 mila euro e che la sua situazione sarebbe ormai definita a differenza di quella di Claudio Bisio e Virginia Raffaele», per i quali si parla di un precontratto già firmato «per una cifra di 450mila euro (lui) e 350mila (lei)». Lo scrive il 'Corriere della Serà, sottolineando che si tratta di «numeri in linea con il mercato televisivo (se no vanno tutti a Mediaset) e in equilibrio con quelli dello scorso anno quando Baglioni incassò 600 mila euro (quest'anno il ritocco all'insù è giustificato dal grande successo del Sanremo 2018), mentre Michelle Hunziker e Favino si portarono in banca rispettivamente 400mila e 300mila euro». Secondo il quotidiano, però, in Rai si cercherebbe di rivedere al ribasso le cifre per Bisio e Raffaele, trattandosi ancora di un precontratto, che è cosa diversa da un contratto. «Si dice che Viale Mazzini vorrebbe arrivare a 250mila euro per Bisio e a 150mila per Virginia Raffaele e sarebbe in corso una trattativa con l'agente Beppe Caschetto, che ha nella sua scuderia la comica e si sarebbe comunque occupato anche del contratto di Bisio».
Giovedì 17 Gennaio 2019, 09:10 - Ultimo aggiornamento: 17-01-2019 19:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2019-01-23 18:52:57
Un' offesa e una presa in giro nei confronti di tutti i contribuenti !
2019-01-19 09:36:51
Eppure la soluzione a tali sconci sarebbe semplice... non vedere il festival ! Dopo un flop clamoroso il prossimo anno si avrebbero cachet di piombo altro che oro. Lo stesso dicasi per il calcio ecc
2019-01-17 18:19:58
Assurdo pagare tanto,tanto noi paghiamo il canone
2019-01-17 15:46:32
ma perché non aboliscono il canone?Ma chissenefrega di Sanremo ,del pensionato dalla maglietta fine e del bisio che fa il sinistrato con il portafoglio pieno.Tutti rappresentati dal caschetto in regime di monopolio.Avevano detto che i soldi del canone in più incassati con la bolletta ,avrebbe portato a una riduzione del canone stesso.Dove stà la riduzione?Come può essere lecita una tassa legata al semplice possesso di un apparecchio tv che va poi a un ente che fa dei programmi in concorrenza sleale con altri e usa il canone per pagarsi oltre che una pletora di addetti,anche stipendi da nababbi?E arrivare alla presunzione che avendo un'utenza elettrica, possiedi una tv, salvo essere tu a dimostrare il contrario?La mafia al confronto è una combriccola di dilettanti.
2019-01-17 15:22:48
Non vi lamentate che il denaro del cachet sará devoluto all'accoglimento dei migranti......eh truvat !!!!

QUICKMAP