La Scandone cerca il colpo a Pozzuoli
match cruciale per la salvezza

Lunedì 30 Dicembre 2019 di Franco Marra
Si giocherà questa sera alle ore 20 il recupero fra Bava Pozzuoli e Scandone Avellino. Il PalaErrico sarà il teatro della gara, affidata alla direzione arbitrale di Cassiano e Silvestri di Roma. Per questa partita sono state adottate particolari misure di sicurezza che, francamente, appaiono eccessive, anche perché non ci sono mai stati precedenti fra le due formazioni e, quindi fra le due tifoserie. Ed ecco che dalla società puteolana fanno sapere che la gara sarà trasmessa in diretta, per motivi di ordine pubblico, esclusivamente sulla pagina Facebook di Campi Flegrei News e su Primaradio con inizio dalle ore 19,45. Misure restrittive anche per i tifosi al seguito con soli 35 accessi riservati agli avellinesi, con l'elenco nominativo che dovrà essere consegnato da parte della Scandone alla società puteolana prima del match, lista poi visionata da parte del locale Commissariato di Polizia, che vaglierà anche l'elenco degli accrediti stampa. Insomma misure eccezionali per il primo derby fra le due società, visto che la Virtus Pozzuoli è nata solo nel 2013. Occupiamoci però della partita che si giocherà sul campo. Sul sito della Bava Pozzuoli ci sono le dichiarazioni di capitan Errico: «Avellino è una squadra giovane ed imprevedibile, ha sempre giocato la sua partita con tutte, vincendo contro Corato e Stella Azzurra tra le altre. Sono giocatori che cercano di superare i propri limiti tecnici giocando nei primi secondi dell?azione, non hanno nulla da perdere e non vanno sottovalutati. Vincendo le prossime due gare saremmo solo due punti al di sotto di quanto ci siamo prefissati ad inizio stagione. Bruciano maggiormente le sconfitte contro Formia e Luiss Roma, mentre le altre ci possono stare, ma forse non nelle modalità in cui sono sopraggiunte. Con Ruvo, ad esempio, siamo stati in partita per due quarti e poi abbiamo ceduto, un peccato. Rimanendo in scia ci saremmo potuti giocare la partita e magari metterli in difficoltà davanti al pubblico amico. Ora è andata, testa a lunedì. La partita con la Scandone è una di quelle da vincere per terminare il girone di andata in bellezza e a ridosso dei play off. C?è tanta voglia di riscatto, veniamo da un periodo difficile con un calendario che di sicuro non ci ha aiutati. Adesso, però, è il momento di reagire». Pozzuoli in casa ha perso già tre volte, contro Formia, Salerno e Matera, ed è di fatto in striscia negativa, avendo ottenuto un solo successo nelle ultime otto gare disputate. Un ruolino di marcia che non deve far abbassare la guardia alla formazione di coach De Gennaro, ma che deve invece far crescere la voglia di vincere, perché ci sono le possibilità di chiudere in bellezza il 2019 ed ottenere il primo successo della stagione in trasferta. I due punti sarebbero oro colato per la Scandone, ferma a quota sei, e che potrebbe avvicinare gli avversari che hanno dieci punti in classifica, e soprattutto raggiungere Formia, che ha otto punti all'attivo. Un match dunque importante, che potrebbe addirittura essere fondamentale nella corsa alla salvezza della formazione avellinese, che negli ultimi giorni ha recuperato De Leo, Iovinella e Bianco, e che avrà nei dodici anche Erkmaa, che andrà a Napoli solo dopo il match della prossima settimana di Valmontone. De Gennaro confida nella voglia dei suoi giocatori di ottenere un successo importante su un campo non facile, e contro un'avversaria alla ricerca dei due punti per allontanarsi dalla zona calda della classifica. Bisognerà cercare di bloccare Savoldelli, il giocatore più utilizzato da parte di coach Gentile, e molto preciso dalla lunetta, ma attenzione anche a Tomasello, miglior rimbalzista d'attacco del girone, ed a Lurini, che tira con il 46% da tre punti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA