L'Atalanta si rituffa nella Champions,
Gasperini: «Ricominciamo»

Martedì 20 Ottobre 2020 di Paolo Vavassori

Dopo il poker incassato malamente al San Paolo contro il SuperNapoli di Gattuso sabato pomeriggio, l'Atalanta cerca un riscatto formato Champions. In terra danese, contro il Midtjylland, si cerca l'exploit all'esordio europeo prima di affrontare le big del girone Ajax e Liverpool. Gian Piero Gasperini, in conferenza stampa prepartita, punta l'obiettivo ma avverte: <Sarà una sfida, come tutte quelle di Champions, mai banale, In questa competizione è sempre tutto molto difficile perché incontri squadre abituate a primeggiare nei loro campionati, e a vincere esprimendo qualità. Le partite in Champions non sono mai scontate. Essere qui è sempre motivo di orgoglio e di emozione>. Il Midtjylland è la squadra sulla carta meno temibile del girone, ma il Gasp alza la guardia una seconda volta: <E' una squadra aggressiva e organizzata che lavora molto bene sul piano del pressing e della intensità e che ha entusiasmo. E se vinci il tuo campionato hai sempre delle ottime qualità. Li abbiamo visti ripetutamente, li conosciamo, come loro conosceranno noi. Noi veniamo dalla brutta sconfitta di Napoli - precisa poi Gasperini sui canali ufficiali del club nerazzurro -, ma l'Atalanta è una squadra che nelle difficoltà reagisce sempre e la partita di Champions può essere un modo per riscattare quella prestazione. Così come cancelliamo le vittorie, bisogna saper cancellare anche le sconfitte, e poi ripartire>.

Oltre a Gollini e Caldara, tra gli assenti, figura anche Ruslan Malinovskyi bloccato da un fastidio a una vecchia cicatrice sugli obliqui dell'addome. Per quanto riguarda la formazione di domani sera, Gasp, davanti a Sportiello, dovrebbe affidarsi a Toloi, Palomino e Djimsiti in difesa. A centrocampo gli esterni saranno Hateboer a destra e Gosens a sinistra con la consolidata coppia de Roon-Freuler in mezzo al campo. Il Papu Gomez sarà il trequartista nel consueto 4-3-1-2 di partenza, con Zapata centravanti e punto di riferimento della front line, affiancato probabilmente da Muriel. In alternativa a Muriel, il tecnico di Grugliasco, potrebbe optare per un tridente meno spregiudicato con Mario Pasalic di punta appena dietro Zapata.

Ultimo aggiornamento: 21:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA