Lazio, il compagno Sarri
e i saluti romani degli ultrà

Giovedì 10 Giugno 2021 di Pino Taormina
Lazio, il compagno Sarri e i saluti romani degli ultrà

Andò alla Juventus e tutti a dolersi: «Ma come, un tifoso del Napoli, il nostro comandante, che voleva prendere il palazzo...». E vabbè. Ora va alla Lazio e tornano ancora tutti a darsi di gomito, a sorridere. «Ma come, il comunista che va allenare la squadra dove il simbolo degli ultrà della Curva è un centurione che fa il saluto romano?».

Per Maurizio Sarri sembra quasi una maledizione. Qualsiasi cosa faccia, c'è sempre qualcuno...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA