Gp Singapore, Leclerc e Ferrari in pole:
Verstappen ottavo dopo errore Red Bull

GP Singapore, qualifica: Leclerc e la Ferrari in pole, Sainz quarto, Verstappen ottavo dopo l'errore della Red Bull
GP Singapore, qualifica: Leclerc e la Ferrari in pole, Sainz quarto, Verstappen ottavo dopo l'errore della Red Bull
di Massimo Costa
Sabato 1 Ottobre 2022, 16:50 - Ultimo agg. 2 Ottobre, 00:28
4 Minuti di Lettura

Qualifica estremamente difficile ed emozionante a Singapore. La Q1 e la Q2 è stata affrontata con le gomme rain intermedie, la Q3 decisiva con le Pirelli soft, ma con pista pur sempre umida. La pole se la sono giocata Charles Leclerc, Lewis Hamilton e i due piloti Red Bull, Max Verstappen e Sergio Perez. Ma alla fine è stato il monegasco della Ferrari a firmare la pole con il crono di 1'49"412 battendo per appena 22 millesimi il messicano Perez e per 54 millesimi l'inglese della Mercedes. Differenze incredibilmente minime considerando l'impegnativo tracciato cittadino di Singapore, con ben 23 curve da affrontare e una lunghezza di 5.063 metri.

E' clamorosamente mancato Verstappen, ottavo. Nel suo penultimo giro, era stato il più veloce nei primi due settori, ma nel terzo ha stranamente rallentato, forse per ricaricare la batteria e dare tutto all'ultimo tentativo. Ma con quel giro, poteva stare sicuramente nelle prime tre posizioni. L'ultimo push però, non è stato perfetto come il precedente e quando Verstappen si apprestava a concludere il giro (comunque giocandosi sempre la pole), il team Red Bull lo ha chiamato ai box per il disappunto del pilota.

 

L'errore Red Bull

Perché? Che è successo? Probabilmente si sono accorti che rischiavano di non avere la quantità di carburante nel serbatoio richiesta dal regolamento, cosa che comporta la squalifica e quindi la retrocessione all'ultimo posto. Dunque, meglio essere ottavi che ventesimi... ma di certo potevano lasciar concludere la penultima tornata che forse poteva dare a Verstappen la pole. Una scelta presuntuosa, non nuova in casa Red Bull, che poi gli si è ritorta contro. A differenza di quanto accade nelle qualifiche, per via delle particolari condizioni del tracciato i piloti sono rimasti in pista a lungo percorrendo diversi giri consecutivi, da qui l'errore nel calcolo benzina.

Dunque, Leclerc firma la seconda pole consecutiva dopo quella di iMonza, la nona stagionale a conferma delle grandi qualità velocistiche del pilota Ferrar. A Singapore non è facile superare, la partenza sarà molto importante così come la strategia e sarà da considerare la variabile meteo. Bello anche vedere Perez in prima fila in una qualifica così complicata dopo non essere stato trattato con particolare attenzione dal team Red Bull nel corso del campionato. Per lui è la quarta volta in prima fila quest'anno. Miglior risultato 2022 invece, per Hamilton, che su questo tracciato ha sempre fatto la differenza e il terzo posto è notevole considerando che il suo giovane compagno di squadra, George Russell non ha clamorosamente superato il Q2 risultando 11esimo.



Bella la terza fila con Fernando Alonso, ottimo quinto con la Alpine-Renault, e Lando Norris con la McLaren-Mercedes. Le due squadre sono in piena lotta per iil quarto posto nel mondiale costruttori. Settimo un buon Pierre Gasly con l'Alpha Tauri-Honda che ha Yuki Tsunoda decimo mentre nono è Kevin Magnussen, sempre speciale in queste condizioni meteo con la mediocre Haas-Ferrari. La Aston Martin ha giocato la carta delle slick nel finale del Q2, ma non ha pagato. Male Daniel Ricciardo, 17esimo con la McLaren, ma ormai non è una novità, ed Esteban Ocon, rallentato da problemi ai freni.

Sabato 1 ottobre 2022, qualifica

1 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'49"412 - Q3
2 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'49"434 - Q3
3 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'49"466 - Q3
4 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'49"583 - Q3
5 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1'49"966 - Q3
6 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1'50"584 - Q3
7 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'51"211 - Q3
8 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'51"395 - Q3
9 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'51"573 - Q3
10 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'51"983 - Q3
11 - George Russell (Mercedes) - 1'54"012 - Q2
12 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'54"211 - Q2
13 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1'54"370 - Q2
14 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1'54"380 - Q2
15 - Guan Yu Zhou (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'55"518 - Q2
16 - Valtteri Bottas (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'56"083 - Q1
17 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'56"226 - Q1
18 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'56"337 - Q1
19 - Alexander Albon (Williams-Mercedes) - 1'56"985 - Q1
20 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'57"532 - Q1

© RIPRODUZIONE RISERVATA