Dramma Juve Stabia: gol annullato,
vince il Venezia, serie C a 1 punto

Venerdì 24 Luglio 2020 di Gaetano D'Onofrio
È notte fonda in casa Juve Stabia. Nella sfida che avrebbe dovuto rilanciare le ambizioni di salvezza diretta dei gialloblù, la squadra di Caserta stecca in malo modo, e si ritrova a centottanta minuti dal termine del campionato con un solo punto di vantaggio dalla retrocessione dirette e soprattutto dal Cosenza che potrà tentare il sorpasso venerdì prossimo nello scontro diretto al Marulla. Un primo tempo praticamente di attesa per l’undici stabiese, si chiude con il vantaggio dei lagunari che, allo scadere, trovano il primo gol stagionale di Maleh, bravo nel diagonale dalla sinistra, ma anche fortunato per la deviazione di Fazio che spiazza Provedel. Nella ripresa (6’), arriva il gol di Forte, ma si alza la bandierina e la rete è annullata per un fuorigioco quanto meno dubbio. Dentro Canotto, ma anche Rossi, Ricci e Addae, la Juve Stabia fa tanto gioco, ma nel finale rischia addirittura di capitolare con Provedel che evita un passivo più tondo. Restano Cremonese (lunedì al Menti) e Cosenza (venerdì in Calabria) per sperare almeno nei play-out.

A fine gara la rabbia del diesse Ciro Polito: «Siamo pronti a battagliare fino all’ultimo secondo, ma pretendiamo quello che ci spetta. Non è possibile che dopo Frosinone ci venga annullato un altro gol regolare, tra l’altro il collaboratore dell’arbitro non aveva alzato in un primo momento la bandierina e non capisco come abbia potuto segnalare un fuorigioco inesistente. Andiamo avanti, dopo Salerno avevo detto che la salvezza poteva arrivare anche attraverso i play out e quindi siamo pronti a giocarci tutto nelle prossime due gare ed eventualmente nello spareggio anche perché la squadra pure stasera ha dimostrato di stare bene ed avrebbe meritato il pari se non ci fosse stato annullato un gol regolare». Ultimo aggiornamento: 23:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA