Salernitana, Aya indica la strada:
«Abbiamo qualità, serve continuità»

Lunedì 20 Aprile 2020 di Enrico Vitolo
Nuova diretta sul profilo Instragram organizzata dalla Salernitana, questa volta è toccato al difensore Ramzi Aya rispondere alle domande dei tifosi granata: «Il mister mi ha subito fatto sentire importante. Normalmente mi trovo molto bene a fare il centrale nella difesa a quattro, ma qualche volta mi sono adattato anche a terzino. Nello schieramento a tre, invece, preferisco giocare a destra o al centro. I tifosi? Ci fanno sentire la vicinanza, la curva mette tanta adrenalina e la società ci mette tutto a disposizione. L’approccio con Salerno è stato ottimo, la piazza è importante e la città è bella. Capisco il dialetto campano, perché mia moglie ha parenti napoletani. La piazza granata comunque mi affascinava già quando ero a Catania, la Salernitana mi cercò e mi documentai. A gennaio scorso, poi, volevo spostarmi da Pisa e dissi al mio procuratore di provare a portarmi qui. Mi piacerebbe rimanere per tanto tempo perché  sto bene, però nel calcio non si sa mai».   
 
Capitlo quarantena e allenamenti: «Ci stiamo allenando ogni giorno, a casa però non si può fare lavoro aerobico e quindi cerchiamo di lavorare sulla forza per mantenere il tono muscolare. Io sono favorevole a riprendere, ma virus permettendo. È chiaro che servono le giuste sicurezze, ma non dimentichiamoci che in Italia il calcio è un settore importante per l’economia. Ad ogni mado serviranno 2 o 3 settimane alla ripresa per tornare poi alla normalità. Abbiamo ovviamente staccato la spina, tornare ad allenarci sul campo sarà fondamentale. Obiettivi futuri? Abbiamo qualità e idee di gioco importanti, dobbiamo avere continuità. Ultimamente abbiamo avuto qualche incidente di percorso, ma ci sono le basi per fare qualcosa di bello». © RIPRODUZIONE RISERVATA