Turris a Foggia con Esempio e Ghislandi,
ma si fermano in due: «Serve attenzione»

Venerdì 10 Settembre 2021 di Raffaella Ascione
Turris a Foggia con Esempio e Ghislandi, ma si fermano in due: «Serve attenzione»

Rifinitura al Liguori e poi partenza per il ritiro pre-gara per la Turris, che vuol lasciarsi alle spalle il deludente ko contro il Monopoli, tentando il riscatto immediato allo Zaccheria contro il Foggia.

Alla vigilia del match coi satanelli, l’intervento di mister Caneo, che rispolvera vecchi ricordi legati a Zeman e confessa di non aver ancora digerito la prestazione di domenica scorsa contro il Monopoli. «Zeman lo conosco dall’82. Io giocavo nel Palermo e lui allenava la Primavera rosanero. Ricordo ancora le partitine del giovedì, era meglio andar dal dentista. Fa piacere incontrarlo di nuovo. Fa piacere a tutti andare a misurarci in un contesto importante come quello di Foggia. È una situazione stimolante, che deve esaltarci per tirar fuori una buona prestazione. Io non ho ancora digerito la falsa partenza di domenica. Credo riuscirò ad esorcizzarla solo dopo una convincente prestazione a Foggia, con tanto di risultato positivo. È questo il nostro obiettivo, far bene».

Si preannuncia una partita combattuta, animata da due squadre che hanno nel DNA la propensione al gioco. «Idee di gioco differenti – precisa il tecnico corallino – ma stessa mentalità, quella di fare la partita e non di restare a guardarla, perché altrimenti rischi di perderla. Quanto a noi, dobbiamo fare attenzione a non concedere nulla, visto che affronteremo un avversario molto bravo nelle ripartenze. Soprattutto, dobbiamo partire bene, senza regalare nulla».

Sulle difficoltà realizzative emerse nei primi 180 minuti di campionato: «Ho parlato con gli attaccanti – spiega Caneo – in maniera molto serena. Hanno sicuramente le qualità per far meglio, ma non devono inventarsi né dimostrare nulla. Devono solo giocare semplice».

A Foggia mancheranno Franco (per una elongazione inguinale rimediata contro il Monopoli) e Loreto, che ha ottenuto uno speciale permesso dalla società per il grave lutto subito in settimana. «Tengo a porgere a Ciro Loreto, a nome dell’intero gruppo, le condoglianze per la grave perdita. Sta vivendo un grande dolore e gli siamo tutti vicino». Tornano però a disposizione Esempio e Ghislandi: «Il nostro è un bel gruppo, con alternative importanti tali da non far rimpiangere gli assenti. Zanoni e Manzi riproposti braccetti? Devo valutare. Ho possibilità di scelta».

Su Francisco Sartore: «Non è ancora in condizioni ottimali. Sta svolgendo lavoro differenziato per allinearsi al gruppo. Ha comunque spunto, dribbling e tiro, che fanno di lui una valida alternativa a disposizione».

Quindi gli auguri alla Turris, che oggi – 10 settembre – compie 77 anni: «L’augurio è che possa progressivamente consolidarsi, migliorando di anno in anno».

Convocati – Tornano a disposizione di mister Caneo Esempio e Ghislandi, out invece Franco e Loreto, non convocati insieme a Pavone (in recupero da una infiammazione tendinea) e all’indisponibile Lame. Prima convocazione per il neo acquisto Francisco Sartore.
Ventitré i calciatori convocati da mister Caneo:
Portieri: Abagnale, Colantuono, Perina.
Difensori: Di Nunzio, Esempio, Lorenzini, Manzi, Varutti, Zanoni.
Centrocampisti: Bordo, Finardi, Ghislandi, Giofré, Iglio, Nunziante, Palmucci, Tascone.
A: D’Oriano, Giannone, Leonetti, Longo, Santaniello, Sartore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA