Turris, promessa mantenuta:
«Voucher o rimborso per gli abbonati»

Venerdì 4 Giugno 2021 di Raffaella Ascione
Turris, promessa mantenuta: «Voucher o rimborso per gli abbonati»

Voucher o rimborso. Doppia opzione per i tifosi che – nella passata stagione – hanno scelto di abbonarsi e di sostenere il progetto Turris in serie C nonostante le porte chiuse causa Covid. La società corallina – che a stretto giro ufficializzerà le prime scelte tecniche e il riassetto dell’organigramma societario – tiene dunque «fede all’impegno assunto in prima persona dal presidente Colantonio nei confronti di tifosi simpatizzanti, rendendo note le modalità di rimborso dell’abbonamento alle gare casalinghe 2020-2021, utilizzato dai sottoscrittori in una sola occasione ufficiale per via del regime di porte chiuse imposto anche al campionato di Lega Pro appena concluso».

Le opzioni – «A coloro – precisa la Turris – che riconsegneranno le tessere in precedenza acquistate per tribuna e curva nella campagna lanciata lo scorso agosto, sarà rilasciato un voucher di pari importo da far valere all’atto della sottoscrizione dell'abbonamento alle gare casalinghe per la stagione sportiva 2021-2022. Il voucher sarà valido per lo stesso settore di destinazione, ma non darà automaticamente diritto all'opzione sullo stesso posto a sedere, da riassegnare all'apertura ufficiale della prossima campagna. A coloro che, in luogo del voucher, intendano invece richiedere il rimborso dell'abbonamento sarà data la possibilità di indicare le proprie coordinate bancarie su apposita modulistica (scaricabile anche attraverso il portale www.turris1944.it), in modo da poter ricevere il bonifico dell'importo».

Quindi le direttive di carattere organizzativo: «Le operazioni sopra descritte – sia di ritiro voucher che di richiesta rimborso – potranno essere perfezionate presso gli uffici amministrativi dello stadio Liguori (lato tribuna) a partire da lunedì 7 giugno e non oltre sabato 12 giugno, seguendo un criterio alfabetico» (il dettaglio del calendario è disponibile sul sito ufficiale del club).

Gli abbonati che, entro i termini prestabiliti, «non avranno dato riscontro alle presenti indicazioni saranno considerati rinunciatari al rimborso, nell'ottica di quello spirito - in realtà già manifestato da diversi tifosi - di intendere l'abbonamento come incondizionato “atto di fede” verso la squadra del cuore».

Certificazioni Liguori – Nel frattempo, in vista della scadenza del 21 giugno per la certificazione dei requisiti infrastrutturali del Liguori in chiave iscrizione ed in linea con le indicazioni emerse dall’ultima riunione del Gruppo Operativo di Sicurezza, il Comune di Torre del Greco ha posto altri due tasselli, funzionali al rilascio delle necessarie licenze.

Il primo riguarda il certificato Fifa Quality Pro: dopo aver richiesto ed acquisito il preventivo di spesa, è stato infatti affidato «alla Labosport Italia Srl il servizio di Aggiornamento della certificazione FIFA del sistema in erba sintetica e per la omologazione FIFA del campo di calcio dello Stadio Liguori in Torre del Greco» (per un importo di 3.500 euro, oltre Iva).
Parallelamente, è stato disposto l’affidamento all’ingegnere Aldo Ascione della «progettazione relativa al rinnovo della Scia antincendio, ivi comprendendo quanto già richiesto dal Gos per la separazione dei flussi di tifoserie» (step propedeutico al rilascio del benestare da parte dell’Autorità di Pubblica Sicurezza).

In entrambi i casi, gli incarichi sono stati assegnati sul presupposto di «doversi procedere con immediatezza, stante l’urgenza ed indifferibilità della prestazione, atteso che la stessa è necessaria a consentire l’utilizzo dello stadio per l’avvio imminente della prossima stagione calcistica».   

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA