Nocerina, le prime conferme ufficiali:
Donida e Garofalo ancora rossoneri

Giovedì 29 Luglio 2021 di Giuliano Pisciotta
Nocerina, le prime conferme ufficiali: Donida e Garofalo ancora rossoneri

Prime conferme per la nuova stagione in casa Nocerina. Nei giorni scorsi, come ampiamente annunciato, il club ha ufficializzato Riccardo Bolzan e Giovanni Cavallaro nei ruoli di direttore sportivo e allenatore. Per quanto concerne la squadra, sarà ricostruita quasi per intero, con pochi “pilastri” reduci dallo scorso campionato.

I primi due sono Nicolò Donida e l'esperto Agostino Garofalo. Quest'ultimo potrebbe avere in gruppo il doppio ruolo già rivestito nella scorsa stagione da Umberto Improta: calciatore a disposizione del gruppo, ma anche collaboratore tecnico dello stesso mister, sfruttando la sua lunghissima esperienza da professionista.

La conferma di Donida in retroguardia va considerata un vero e proprio colpo di mercato. Il rendimento costante, sempre oltre la sufficienza del centrale difensivo lo aveva reso appetibile anche per altre compagini. Impiegato in gran parte da terzo di sinistra nella difesa a 3 da Cavallaro, ha dimostrato rapidità, abilità nel gioco aereo e numeri da vero e proprio “cagnaccio”, pronto anche all'occorrenza a farsi sentire sulle caviglie degli avversari.

Sempre in tema conferme, sembra stia prendendo tempo Francesco Rizzo, altro difensore che si è ben distinto in rossonero nella scorsa stagione. L'accordo sembrava essere vicino già nei giorni scorsi, ma per ora non è ancora arrivata l'ufficialità dalla Nocerina, che avrebbe comunuque iniziato a guardarsi intorno per un'eventuale alternativa.

Per quanto concerne lo staff tecnico, cambiano due figure rispetto alla scorsa stagione. Il preparatore atletico sarà Emiliano Salsano, giovanissimo “prof” che vanta già una consistente esperienza tra Serie D e Serie C, tra le fila di Cavese, Juve Stabia e Savoia.

I portieri saranno invece affidati a Francesco Gallo, 36enne che nella sua carriera da estremo difensore ha indossato le maglie di Paganese, Scafatese, Savoia e Real Nocera Superiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA