Ancelotti, Everton meglio di Napoli:
«In Italia c'è ancora troppa violenza»

Venerdì 22 Maggio 2020
«Dopo aver lasciato il Bayern volevo tornare in Italia. A Napoli è stata una bella esperienza, ma se devo scegliere un campionato scelgo la Premier League per l'atmosfera che c'è». Ha parlato così Carlo Ancelotti, allenatore dell'Everton dallo scorso dicembre, da quando ha salutato Napoli nel cuore della stagione visto un inizio di annata non convincente.

LEGGI ANCHE L'obiettivo del Napoli Everton attacca Bolsonaro in Brasile

L'ex allenatore azzurro ha raccontato a Sky Sport: «Dopo nove anni sono tornato in Italia, ma nulla è cambiato. La pressione è sempre la stessa e tra i tifosi in Serie A c'è ancora molta violenza, il calcio italiano sta provando a cambiare ma non è facile modificare la cultura di un paese ancora purtroppo pieno di violenza e aggressioni. Ora sono felice di essere con l'Everton, un club con una storica e una tradizione fantastica», ha concluso Carletto. © RIPRODUZIONE RISERVATA