Spartak-Napoli senza Insigne
ma con la Lazio di Sarri ci sarà

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Roberto Ventre
Spartak-Napoli senza Insigne ma con la Lazio di Sarri ci sarà

Niente Spartak per il capitano azzurro: «Lorenzo Insigne ha svolto terapie e differenziato in palestra e non prenderà parte alla trasferta di Mosca a causa di una tendinopatia da sovraccarico al ginocchio destro», la comunicazione sul sito del club azzurro. Motivi precauzionali per evitare ulteriori sforzi al ginocchio in vista della partita contro la Lazio: mancano ancora cinque giorni alla sfida contro la squadra allenata dall'ex Sarri e Lorenzo avrà così il tempo utile per recuperare e scendere in campo domenica sera al Maradona da titolare. Situazione che verrà monitorata in questi giorni ma la prima sensazione è positiva su un suo impiego domenica contro i biancocelesti, un match importantissimo per riprendere la marcia giusta dopo il ko contro l'Inter al Meazza. 

Insigne aveva già saltato per motivi precauzionali le due partite consecutive in trasferta contro Salernitana e il Legia Varsavia per un affaticamento muscolare rientrando poi con il Verona. Poi ha giocato le due partite con la Nazionale contro Svizzera e Irlanda del Nord (due prestazioni poco brillanti) e quella di domenica scorsa al Meazza contro l'Inter dove, dopo un buon inizio con l'assist per il gol di Zielinski è poi calato non riuscendo a lasciare il segno con altre giocate decisive.

Contro lo Spartak Mosca il capitano salterà la terza partita della stagione, in tutte le altre è sempre stato schierato titolare da Spalletti partendo una sola volta dalla panchina proprio nel match di andata contro i russi quando venne poi schierato nella ripresa. Un trauma contusivo al ginocchio destro il capitano azzurro lo accusò nel match contro la Juventus dell'11 settembre al Maradona, s'infortunò dopo aver battuto un calcio d'angolo ed uscì dopo 70 minuti: la sua presenza era in dubbio per il match di esordio in Europa League contro il Leicester ma poi scese regolarmente in campo. 

Video

Quattro gol in campionato, tutti su calci di rigore (uno con il Venezia, un altro con il Cagliari e due contro il Bologna) e una rete in Europa League, bellissima contro il Legia Varsavia al Maradona. In totale cinque reti e cinque assist (quattro in campionato e uno in Europa League): sarà importante il suo ritorno sugli standard abituali di rendimento, ancora di più in questa lunga fase in cui nel reparto offensivo mancherà Osimhen. Sei partite di campionato fino alla sosta natalizia, l'ultimo turno del girone di andata quello del 22 dicembre con lo Spezia. In Europa League dopo la trasferta di oggi a Mosca contro lo Spartak quella dell'8 dicembre al Maradona con il Leicester, l'ultima del girone. Insigne concentrato su questa stagione e con la situazione legata al suo futuro ancora tutta da definire: il suo contratto con il Napoli è in scadenza e finora non ci sono stati passi avanti sul rinnovo. 

Ultimo aggiornamento: 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA