Insigne testimonial, la difesa di Jenny:
«Nessuno è più rispettoso di Lorenzo»

Sabato 21 Novembre 2020

Lorenzo Insigne ci ha messo la faccia: il capitano del Napoli e la compagna Jenny hanno rappresentato oggi in rete il Napoli nella giornata contro la violenza sulle donne. Tanti, però, sono i commenti contro l'azzurro in ricordo di uno scherzo de Le Iene di ormai due anni fa che vedeva protagonista proprio la coppia napoletana. «Ma Insigne non tratta male la moglie?» il tenore di commenti a cui Jenny ha risposto sui social: «Sinceramente credo che si stia calcando la mano su uno scherzo che a mio parere sarebbe dovuto rimanere tale e invece con grande dispiacere mi rendo conto che c’è ancora una piccola parte di persone, mi permetto, poco intelligenti che in quello scherzo hanno visto altro, o meglio, hanno voluto vedere altro».

LEGGI ANCHE  Il Napoli contro la violenza di genere: Insigne e Di Lorenzo i testimonial

«Come ogni scherzo che si rispetti è stato studiato, montato e marcato su determinati aspetti ad hoc, per far sì che riuscisse» ha continuato lady Insigne. «Non sto qui a giustificare mio marito perché sinceramente non ha bisogno di essere difeso, io e le persone che ci e lo conoscono sanno che uomo è, nei miei e nei confronti di chiunque, uomo o donna che sia, ma intervengo oggi dopo mesi che leggo commenti simili solo perché il tema della violenza sulle donne è così tanto delicato e così tanto attuale che non può e non deve essere confuso con uno scherzo che ci ha visti protagonisti qualche tempo fa. Presuntuosamente mi permetto di dire che ad oggi nel mio percorso di vita non ho ancora conosciuto uomo più rispettoso di mio marito, degno oggi e da sempre di portare ed essere testimone di quella striscia rossa sul suo viso».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA