Lady Meret in pelliccia: testimonial
d'eccezione prima di Napoli-Verona

Giovedì 17 Ottobre 2019 di Giuliana Covella
Per i cento anni dell'antica sartoria di Enrico Rubinacci una testimonial d’eccezione: Lady Meret al secolo Debora Romano, fidanzata del portiere del Napoli Alex Meret. L’appuntamento è domani, a partire dalle 18, nell’atelier di via Crispi 25, dove la modella presenterà insieme ai padroni di casa i capi della nuova collezione "Cento sfumature di…": 100 modelli, 100 accessori, 100 nuance, organizzata da Mia Communication. Ospite super attesa, in vista anche della sfida del Napoli sabato col Verona, sarà la reginetta dei social Debora Romano, che di professione fa la modella: lady Meret ha quasi 10.000 follower su Instagram che aumentano ogni giorno di più, anche per la sua relazione con il portiere azzurro. Debora usa spesso i social network ed ama infatti postare foto della sua vita quotidiana, che continuano a conquistare migliaia di like. Sarà lei dunque la mannequin d’onore per festeggiare l’importante traguardo raggiunto dalla nota pellicceria.

L’azienda fondata da Giovanni Rubinacci nel 1919 vanta un’antica e grande tradizione sartoriale nel confezionamento su misura di pellicceria. Attività proseguita dai figli Giuseppe ed Enrico, in uno stile inconfondibile e sempre al passo con la moda, poi portata avanti da Enrico dopo la scomparsa del fratello. Oggi il taglio è sempre sartoriale, ma Enrico ha letteralmente spogliato giacche e cappotti adattandoli allo stile di ogni donna. Lo street style, concluse le più famose fashion week, detta le tendenze di stagione. In passerella capi “young” e “strong”, accessori sbarazzini: giubbotti, maxi bomber, giacche di jeans con inserti di pelliccia colorati e in diverse nuance. Parka in tessuto tecnico o in denim con interni in pelliccia multicolor pizzicati per le strade di New York. Ma anche del giubbino di pelle e della cappa non si può fare a meno. Sfilano caldi e morbidi gilet, poncho, giacche corte, cappotti dall’inconfondibile design, che danno il via libera a tonalità cariche come verde, viola, rosso, giallo, bordeaux e vinaccia. Le pellicce i cappellini con pon pon animalier fanno parte dell’armadio modaiolo, come i marsupi maculati, ma non mancano guanti di nappa, cappelli e baschi di cashmere, eleganti borse e zainetti “pop”. Mentre il segreto per affrontare l’inverno è il colbacco e il capo black che è sempre di moda. Infine una curiosità: Rubinacci veste tutte le bambole, anche quelle delle vostre bambine con modelli colorati e divertenti. Quest’anno con la pelliccia si sorseggerà il caffè e un corner speciale sarà dedicato all’oro nero di Amoy, ai dolci di Sant’Honorè e alla celebre pizzetta del Romano Cafè. E, come da tradizione, le ospiti di Rubinacci saranno modelle per un giorno, indossando capi, accessori e scattando foto e selfie in un fashion set allestito per il party. Durante la sfilata musica live con il violino elettrico di Stella Manfredi e flower design dedicato ai cento anni dell’atelier realizzato da Claudia Maresca. © RIPRODUZIONE RISERVATA