Ounas resta in azzurro,
adesso caccia al mediano

Martedì 24 Agosto 2021 di Roberto Ventre
Ounas resta in azzurro, adesso caccia al mediano

Ounas resta, l'ex attaccante del Crotone sarà un'alternativa come esterno d'attacco a Insigne, Politano e Lozano. Ha fatto benissimo nelle amichevoli precampionato brillando in particolar modo contro il Bayern Monaco (regalò due assist a Osimhen), e nell'ultimo test a Castel di Sangro contro il Pescara, partita in cui segnò un gol bellissimo. Il franco-algerino ha convinto Spalletti e si è messo in mostra anche per la sua capacità di convergere verso il centro e di regalare in posizione da trequartista assist importanti. In questa fase di mercato si è mosso qualche club in Italia interessato al suo acquisto, trattative che poi non si sono concretizzate. 

Il direttore sportivo Giuntoli sta lavorando, intanto, sull'ultimo colpo in entrata che riguarda un mediano, un centrocampista che sappia recuperare palloni, un elemento di quantità: operazione da chiudere in prestito. Spunta l'idea Amrabat della Fiorentina, un centrocampista che il Napoli seguiva già ai tempi del Verona nella fase in cui venne acquistato Rrahmani. Operazione da considerare non semplice perché bisogna capire se il club viola è disposto a cederlo e poi perché ci sarebbe da ragionare sui costi del prestito e dell'ingaggio. Una situazione, comunque, da monitorare perché intanto la Fiorentina si è lanciata su Torreira, centrocampista uruguaiano dell'Arsenal: Amrabat è seguito dal Napoli e anche da altri club in Italia e in Premier League.

Altri profili seguiti quest'estate dal Napoli sono quelli di Berge dello Sheffield United, Thorsby della Sampdoria, Vecino dell'Inter operazioni però che finora non sono riuscite a decollare. Potrebbe spuntare fuori un nome a sorpresa con un'operazione lampo, come è stata quella di Juan Jesus, ex difensore di Roma e Inter, che Spalletti conosceva bene e sarà un jolly difensivo utilizzabile sia da difensore centrale che da terzino sinistro. Per chiudersi l'operazione in maniera positiva (in prestito) ci dovrà essere convergenza tra i club e con le richieste dei calciatori e le proposte d'ingaggio.

Video

Resta in piedi il discorso con l'Olympiakos per Manolas, una soluzione che sarebbe di gradimento al difensore greco, ma non si sono registrati passi in avanti e ci saranno da attendere eventuali novità. Alla chiusura del mercato mancano otto giorni e resta tutto aperto e quella di Manolas sarà una delle situazioni da tenere sotto osservazione. Intanto l'ex giallorosso ha giocato contro il Venezia in coppia con Koulibaly fornendo una buona prova: con l'uscita di Luperto e l'arrivo di Juan Jesus sono quattro i centrali in organico. Un'eventuale partenza di Manolas in questi ultimi giorni di mercato presupporrebbe poi l'acquisto di un altro difensore centrale in prestito, una possibile idea potrebbe essere quella di Ahmedhodzic, bosniaco del Malmoe che è seguito anche da Atalanta e Lazio, nome che si aggiunge a quelli dei giorni scorsi di Rugani della Juve e Mustafi (difensore tedesco svincolato), situazioni che poi però non sono mai realmente partite.

In uscita c'è Gaetano, discorso molto avanzato di un prestito alla Cremonese, squadra di B con la quale giocò anche l'anno scorso. Ma la situazione per il momento è in stand by in attesa che venga chiusa l'operazione in entrata di un altro centrocampista, altrimenti con l'infortunio di Demme il tecnico di Spalletti si ritroverebbe soltanto con cinque centrocampisti di ruolo, compreso il giovane Palmiero. Gaetano è stato impiegato dal tecnico nel finale di partita al posto dello spagnolo Fabian Ruiz. In uscita c'è Machach, anche lui protagonista nelle amichevoli estive con i due gol messi a segno contro Bayern Monaco e Wisla Cracovia: in questi ultimi giorni di mercato potrebbe prospettarsi per lui qualche situazione in prestito. L'ultima operazione chiusa in uscita è stato il passaggio di Zedadka allo Charleroi.

Ultimo aggiornamento: 12:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA