Napoli-Bologna 3-0: azzurri da paura
ritornano in testa, Insigne sfata i rigori

Giovedì 28 Ottobre 2021 di Roberto Ventre
Napoli-Bologna 3-0: azzurri da paura ritornano in testa, Insigne sfata i rigori

Il Napoli torna a vincere e lo fa in maniera perentoria: tre gol al Bologna e aggancio al Milan in testa alla classifica. Un successo nettissimo con la squadra azzurra che comanda le operazioni dal primo all'ultimo minuto: una spinta continua, una manovra avvolgente con la squadra di Mihajlovic sempre alle corde e nessun pericolo corso in fase difensiva. Nona vittoria su dieci partite di campionato, grande autorevolezza della squadra di Spalletti (squalificato, in panchina il suo vice Domenichini).

La diretta 

La partita la sblocca Fabian Ruiz con una perla dal limite dell'area, controllo e destro a giro nell'angolo alto, una parabola arcuata, forte e precisa, imprendibile per Skoruspki. Il gol che sblocca il match dopo 17 minuti. Il raddoppio lo firma Insigne su rigore, dopo gli errori nei due precedenti penalty calciati contro Fiorentina e Torino (arbitro che ha fischiato il rigore dopo essere stato richiamato dal Var ravvisando al video il  tocco di mani di Medel, dopo aver inizialmente fischiato il fallo al nigeriano sul difensore rossoblù).  Terzo gol nella ripresa con un altro rigore di Insigne calciato in maniera perfetta allo stesso modo del primo incrociando con il destro.

Il predominio

Un predominio assoluto del Napoli che ha comandato le operazioni dall'inizio alla fine: grande fluidità di manovra, tentativi di affondo centrali e sulle fasce, una grande varietà di soluzioni offensive. E la straordinaria solidità difensiva, la vera forza della squadra di Spalletti che non ha preso gol per la terza partita consecutiva in campionato (la quarta considerando anche il match di Europa League contro il Legia Varsavia) e che con soli tre gol al passivo ha il reparto arretrato meno perforato della serie A. Ancora una volta super la prova della coppia centrale difensiva: insuperabili Rrahmani e Koulibaly. A centrocampo grande protezione di Anguissa con un super lavoro in fase difensiva.

I cambi

Due le novità rispetto a Roma: Lozano e Elmas dal primo minuto. Cinque i cambi, in campo nel finale gli altri interpreti di attacco e ultimi minuti per Ghoulam che torna in campo dopo la rottura del legamento crociato subita il 7 marzo proprio contro il Bologna al Maradona. Napoli che continua ad attaccare e ha il  pieno predominio del gioco: una vittoria schiacciante, un'altra prova di forza,

 


Napoli (4-2-3-1)
 

Ospina, Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly,
Mario Rui (41' st Ghoulam), Ruiz, Anguissa (30' st Demme),
Lozano (20' st Zielinski), Elmas (30' st Mertens), Osimhen,
Insigne (20' st Politano), Osimhen. (1 Meret, 12 Marfella, 59
Zanoli, 5 Juan Jesus, 68 Lobotka, 37 Petagna). All.:
Domenichini.

Bologna (3-4-2-1)

Skorupski, Mbaye (17' st Skov Olsen),
Medel, Theate, De Silvestri, Dominguez (31' st Binks), Svanberg,
Hickey (35' st Dijks), Orsolini, Vignato (30' st Sansone),
Barrow (35' st Van Hooijdonk). (22 Bardi, 23 Bagnolini, 33
Pyyhtia, 30 Schouten, 19 Santander, 74 Cangiano). All.:
Mihajlovic.

Arbitro: Serra di Torino.

Reti: nel pt 17' Ruiz, 41' Insigne (rig); st 16' Insigne
(rig).

Angoli: 4 a 2 per il Napoli.

Recupero: 1' e 0'.

Ammoniti: Anguissa per gioco falloso; Medel, De Silvestri per
comportamento non regolamentare.

Spettatori: 25 mila. 

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 07:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA