Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli-Genoa 3-0: Insigne,
gol su rigore e lacrime

Domenica 15 Maggio 2022 di Roberto Ventre
Napoli-Genoa 3-0: Insigne, gol su rigore e lacrime

Una festa allo stadio Maradona per l'addio di Lorenzo Insigne. Emozioni forti per il capitano prima, durante e dopo la partita vinta con il Genoa. Il momento clou il calcio di rigore: il primo tentativo finisce sul palo (gol di Di Lorenzo sulla ribattuta) sulla ripetizione del penalty Lorenzo centra l'angolo sotto l'incrocio dei pali. È il gol numero 122 che lo fa staccare Mertens e salire al secondo posto assoluto dei bomber azzurri di tutti i tempi. E il Napoli chiude in bellezza il campionato in casa travolgendo il Genoa (3-0) che con questa sconfitta sprofonda in serie B. 

La partita in diretta 

Gli azzurri invece con questo successo conquistano aritmeticamente il terzo posto, una vittoria netta. La squadra ligure parte bene (traversa di Yeboah dopo 10 minuti) ma poi il Napoli comincia a prendere il sopravvento della partita e passa in vantaggio con il colpo di testa di Osimhen sul cross perfetto di Di Lorenzo.

Gran numero di Insigne al 38’: doppio sombrero sulla linea di fondo e tiro da posizione impossibile con grande risposta di Sirigu.   

Nel secondo tempo il Napoli riprende a spingere e arriva il raddoppio su rigore di Insigne (fallo di mani di Hernani). Il Genoa prova ad affacciarsi dalle parti di Ospina, che si oppone a un tiro dal limite di Destro ma sono tante le opportunità in ripartenza che gli azzurri non riescono a concretizzare.

Il terzo gol lo segna Lobotka, che era subentrato a Fabian Ruiz, che va via palla al piede e infila nell'angolino. Nei minuti finali il cambio di Insigne (al suo posto Elmas) e la standing ovation per il capitano: tutto lo stadio per lui anche nel giro di campo finale. Un grande Napoli nel giorno dell'addio di Insigne.  

 

Napoli (4-2-3-1)

Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui (28’ st Ghoulam); Anguissa (38’ st Demme), Fabian Ruiz (28’ st Lobotka); Lozano, Mertens (28’ st Zielinski), Insigne (42’ st Elmas), Osimhen.

In panchina: 1 Meret, 12 Marfella, 2 Malcuit, 5 Juan Jesus, 21 Politano, 33 Ounas, 37 Petagna, 59 Zanoli. All. Spalletti.

Genoa (4-2-3-1) 

Sirigu; Hefti (11’ st Hernani), Bani, Ostigard, Criscito; Galdames (29’ st Destro), Badelj (23’ pt Frendrup); Portanova (11’ st Ekuban), Amiri, Gudmundsson (29’ st Melegoni); Yeboah.

In panchina: 1 Semper, 25 Vodisek, 5 Masiello, 15 Vasquez, 18 Ghiglione, 50 Cambiaso, 65 Rovella. All. Blessin. 

Arbitro: Fabbri di Ravenna. 

Reti: 31’ pt Osimhen; 20’ st Insigne (rigore), 36’ st Lobotka.

Note: ammoniti Galdames e Lobotka per gioco scorretto. Calci d'angolo: 9-2 Napoli. Recuperi: 5’ pt e 0’ st. Spettatori 50 mila. 

Ultimo aggiornamento: 16 Maggio, 14:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA