Napoli-Granada da bollino rosa:
donne Var, manager e consiglieri

Martedì 23 Febbraio 2021 di Bruno Majorano
Napoli-Granada da bollino rosa: donne Var, manager e consiglieri

Lei si chiama Bibiana Steinhaus ed è l'arbitro tedesco che giovedì affiancherà Christian Dingert nella sala Var al Maradona in occasione della gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League tra Napoli e Granada.  «Bibi», come la chiamano gli amici e la stampa tedesca, ormai sorprende soltanto fuori dai confini nazionali: in patria infatti hanno imparato a conoscerla per la sua bravura e la sua personalità. «Più persone ci sono nello stadio, meno si sente quello che urlano e questo facilita il compito di chi arbitra» disse alla “Bild” nel giugno 2007, quando divenne il primo direttore di gara donna ad arbitrare partite di seconda divisione tedesca maschile.  Originaria di Hannover, figlia d’arte, alta 1,81, Bibiana Steinhaus è fidanzata con l’inglese Howard Webb, anche lui poliziotto ed ex arbitro internazionale che nel 2010 ha diretto la finale di Champions League (Inter-Bayern Monaco 2-0) e quella dei Mondiali in Sudafrica (Spagna-Olanda 1-0). Appassionata di maratona, nel giugno del 2007 è stata impiegata tra le forze dell’ordine al G8 di Heiligendamm, sulla costa baltica della Germania. All’epoca era solita portare, anche in privato, un fischietto al collo legato a una catenina. 

Ma Napoli-Granda si conferma una sfida tutta al femminle perché sono ben due le donne presenti nell'organigramma societario del club spagnolo. Si tratta di Sofia Yang e Patricia Rodriguez. La prima, cinese, è la advisor del club e fa parte del consiglio di amministrazione del Granada, mentre Patricia Rodríguez è il nuovo Ceo che affianca Antonio Fernández Monterrubio secondo quanto previsto dalla scoietà cinese Desport che detiene le quote di maggioranza della squadra spagnola. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA