Napoli, Koulibaly protagonista Uefa:
«Dobbiamo fermare il razzismo»

Sabato 8 Agosto 2020
«La prima volta che è successo, ogni volta che toccavo palla sentivo il verso della scimmia, mi vergognavo di essere in campo». Così comincia la lunga intervista di Kalidou Koulibaly ai microfoni Uefa in vista del match di questa sera che lo vedrà protagonista contro il Barcellona con la maglia del Napoli.

LEGGI ANCHE Napoli, Suarez osservato speciale: con gli azzurri insegue il 200° gol

Il difensore azzurro torna sui temi del razzismo e della sua lotta, di cui è diventato volto e testimonial. «Credetti di aver sbagliato qualcosa, mi sentivo perso. Inizialmente avevo timore a tornare in campo, poi mi resi conto che il problema non ero io ma chi faceva questi versi» ha continuato Kalidou. «È una cosa che fa male, spero possano essere prese delle misure per fermare queste persone, devono capire che l’identità di una persona non è l’aspetto esteriore. Il colore della pelle non può essere un problema».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA