Messi faro anche senza gol a casa
di Diego: ora sfida al Camp Nou

Martedì 25 Febbraio 2020 di Gennaro Arpaia
Una gara di sacrificio e talento. Leo Messi protagonista al San Paolo, nella casa che fu del suo padrino e mentore Diego Armando Maradona, protagonista assoluto della sfida tra Napoli e Barcellona a Fuorigrotta. La città è impazzita per il campione argentino che gioca con la 10 del Barça nelle ultime ore: tifosi, curiosi, appassionati che si sono alternati davanti all’hotel dei catalani nel centro cittadino per poter vedere anche solo un passaggio del calciatore considerato il numero uno in attività.

LEGGI ANCHE Mertens, gioia e dolore: raggiunge Hamsik ma è costretto al cambio

Applausi che sono diventati poi fischi al calcio d’inizio stasera: all’ingresso in campo, infatti, Messi è stato fischiato da larga parte del San Paolo, lo stadio che ha fatto partire anche un coro per Maradona tanto per ribadire che quella resta la casa di Diego. Leo è il vertice del suo Barcellona: tutti i possessi offensivi passano dal suo mancino, prova a mettersi in proprio in qualche occasione ma senza troppo successo, ottima la copertura degli azzurri che a turno vanno a togliergli lo spazio e ogni occasione.
 
 

Ma ad un fuoriclasse basta un attimo per cambiare la partita e la squadra di Setién ne è piena: il Napoli è in vantaggio, il Barça arranca, ma Busquets dà il via all’azione che porta poi Semedo al cross decisivo per Griezmann che farà 1-1. I ritmi calano ed esce fuori la qualità dell’argentino, che però davanti a Ospina non arriva mai da solo e non riesce a colpire, beccandosi anche il giallo. A fine gara il Barcellona si tiene stretto il pari in vista del ritorno, mentre Messi scambia la sua maglia con quella dell’altro capitano Insigne. Leo non è riuscito a lasciare il segno in casa di Diego, ma ora vorrà mettere la firma sul passaggio del turno a casa sua. Ultimo aggiornamento: 23:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA