E Carletto affida a Ruiz
le chiavi del centrocampo

Mercoledì 23 Ottobre 2019 di Roberto Ventre
Inviato a Salisburgo 

Ora che è cresciuto sensibilmente a livello internazionale sarà più che mai lui uno dei punti di riferimento stasera nella bolgia della Red Bull Arena. Fabian Ruiz dopo aver vinto l'Europeo under 21 è diventato rapidamente protagonista nella Spagna giocando titolare le ultime due sfide di qualificazione per Euro 2020 contro Norvegia e Svezia. Ecco perché è pronto a guidare il centrocampo del Napoli nella sfida che si preannuncia intensissima contro il Salisburgo, capace di segnare sei gol al Genk qui in Austria e di mettere paura al Liverpool nel match di Anfield Road.
 
Ancelotti lo proporrà tra i due centrali di centrocampo, decisa la sua collocazione, toccherà a lui smistare il gioco, sarà lui il regista in fase di costruzione con Allan un passo più indietro per dare protezione alla difesa. Lo spagnolo è un vero e proprio jolly e questa rappresenta una sua grande qualità: la sua capacità è di ricoprire più ruoli con la stessa efficacia e di essere pericoloso quando si lancia negli spazi. Laddove però riesce a garantire quel qualcosa in più è da centrale di centrocampo perché con la sua qualità dei passaggi riesce a velocizzare l'azione in uscita e ad impreziosirla.

Caratteristiche che saranno fondamentali contro il Salisburgo per ribaltare rapidamente il gioco e provare a colpire appena si creeranno degli spazi utili per le ripartenze.

Fabian Ruiz è in condizioni ottimali, buona la sua prestazione contro il Verona al rientro dal doppio impegno con la nazionale spagnola. In quest'avvio di stagione è stato uno dei più continui brillando in maniera particolare nella partita di esordio in Champions League al San Paolo contro il Liverpool. E contro il Salisburgo ci vorrà una prestazione di quel livello contro un avversario pericolosissimo in casa e che l'anno scorso riuscì a battere il Napoli per 3-1 in Europa League. Certo, si trattava di una sfida diversa peRché dopo il 3-0 del San Paolo e con il gol del vantaggio alla Red Bull Arena di Milik gli azzurri avevano la qualificazione già in tasca a pagarono in termini di concentrazione. Diverso invece sarà stasera per l'importanza del risultato visto che si tratta di una partita fondamentale per il passaggio agli ottavi di finale.

Al secondo anno a Napoli, una grande intuizione del direttore sportivo Giuntoli che bruciò la concorrenza sul tempo e se lo assicurò dal Betis Siviglia per 30 miloni, l'entità della clausola rescissoria.

Poi i top club europei, innanzitutto le big di Spagna, Barcellona e Real Madrid, hanno cominciato ad allungare lo sguardo sul centrocampista azzurro ma il Napoli lo ritiene un punto fermo per il presente e il futuro. Più avanti si parlerà della possibilità del rinnovo del contratto con l'eventuale introduzione di una clausola rescissoria superiore ai cento milioni. Discorsi che si affronteranno più in là perché in questa fase più che mai la priorità è rappresentata dal campo e Fabian Ruiz è uno di quelli che con la sua qualità riesce sempre a fare la differenza.

Stasera anche per lui sarà un esame importante, un'altra prova da superare al meglio per dare la spinta decisiva al Napoli. Il centrocampista tuttofare che si è guadagnato un posto nella Spagna ora proverà a lanciare gli azzurri verso gli ottavi di Champions. © RIPRODUZIONE RISERVATA